Situazione di stallo, tutto dipende da Antonio Conte: se dovesse partire si scatenerebbe un vero e proprio valzer di panchine. Ma procediamo con ordine e cautela.

Fino a ieri pomeriggio, intorno alle 14.00 la permanenza del tecnico salentino sulla panchina bianconera era diventata utopia, addirittura si vocifera che al 90% andasse via. Alle ore 22 circa, invece salgono prepotentemente le voci che vedono Conte rimanere alla Juventus: a parlarne sia Gianluca Di Marzio che Alfredo Pedullà, entrambi esperti di Calciomercato, con quest'ultimo che si sbilancia 'ad oggi al 50/60% Conte rimane alla Juventus!'.

La notizia che tutti i tifosi bianconeri volevano ascoltare. E proprio i tifosi della Vecchia Signora avrebbero organizzato il 18 Maggio, data dell'ultima sfida contro il Cagliari, una manifestazione per dimostrare tutto l'affetto per il proprio condottiero, basterà?

Se non dovesse bastare, in pole position c'è Vincenzo Montella, che si può liberare gratis entro il 20 maggio, per 6-7 milioni di euro dopo questa data. Ma a tenere banco non è solo la querelle Conte.

Il Milan cambierà sicuramente guida tecnica, licenziando Clarence Seedorf. La prima idea corrisponde a Luciano Spalletti, ma l'ex tecnico dello Zenit ha risposto con un secco no! Alternative? Il Milan ai milanisti, questo il diktat societario.

Ma ciò non vuol dire affatto che si continua con Seedorf, anzi l'olandese sarebbe liquidato per Pippo Inzaghi, attualmente allenatore della Primavera rossonera.

A fine stagione con tutta probabilità anche Edy Reja dovrebbe essere sollevato dall'incarico nonostante la buona stagione della Lazio da quando è tornato a sedersi lui sulla panchina biancoceleste.

Il nome più frequente è quello di un ex amatissimo dalla piazza, il serbo Sinisa Mihajlovic, che lascerebbe la Samp, per tornare a casa!

Insomma siamo solo al 14 maggio ma il Calciomercato, il valzer delle panchine è più attivo che mai!

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!