Nella seconda partita del gruppo C - giocata alle 3 di domenica - la Costa d'Avorio vince per 2-1 contro il Giappone di Alberto Zaccheroni, che a lungo ha cullato il sogno di iniziare con un successo questa competizione. Una partita molto bella da vedere, giocata sotto la pioggia, che ha visto gli africani rimontare i nipponici conquistando tre punti molto importanti per ipotecare gli ottavi di finale. Ecco la sintesi dell'incontro e le azioni salienti che hanno portato ai gol. La partita è iniziata nel migliore dei modi per il Giappone, che dopo 16 minuti del primo tempo va in vantaggio grazie ad una violenta conclusione di Honda, ben servito da Nagatomo, che si insacca inesorabilmente alle spalle del portiere ivoriano Barry.

E' nella ripresa che la Costa d'Avorio mette la freccia. Prima pareggia al minuto numero 18, quando Bony si avventa su un cross di Aurier dalla destra e riesce a mettere di testa la palla in rete. Anche questo un altro gol di pregevole fattura. Si torna in equilibrio, dunque, ma questo soltanto per un'altra manciata di minuti. Perché entra Drogba, tenuto inizialmente in panchina, e la partita cambia. Ma l'uomo copertina per la Costa d'Avorio è il romanista Gervinho, è lui a segnare la rete della vittoria. L'azione è quasi fotocopia: Aurier sfonda sulla destra e mette al centro dove Gervinho di testa anticipa tutti e mette la sfera nell'angolino basso. E' il gol del 2-1, il gol che consegna il successo ad una Costa d'Avorio che si candida ad essere grane protagonista in questi mondiali.

Segui la nostra pagina Facebook!