Una formazione già scritta, a differenza dell'Italia. L'Inghilterra si prepara all'esordio ai Mondiali 2014 con le idee molto chiare. Mentre la Nazionale di Prandelli è alle prese con tanti rebus, come il ballottaggio tra Balotelli e Immobile, il ct inglese Roy Hodgson ha già in testa l'undici titolare.

Il modulo scelto e gli uomini da mandare in campo

Lo schieramento dell'Inghilterra sarà un 4-4-2 rimodulabile con un 4-2-3-1, soprattutto in fase offensiva. Tra i pali ci sarà Joe Hart, il vero punto debole della squadra. Il portiere del Manchester City, nonostante la buona esperienza ad alti livelli, non è proprio l'esempio dell'affidabilità.

In difesa la certezza è rappresentata da Cahill del Chelsea, che farà coppia al centro con Jagielka dell'Everton. Johnson e Baines completano la linea difensiva sulle fasce. Il pacchetto arretrato è forse il meno forte nel complesso, anche se Hodgson punta molto sulla compattezza.

Steve Gerrard e Wayn Rooney le stelle dell'Inghilterra

A centrocampo l'inossidabile Steve Gerrard è il leader della formazione. L'Inghilterra ai Mondiali 2014 ha a disposizione il talento e l'esperienza del giocatore del Liverpool. Al suo fianco agirà il compagno di club, Jordan Henderson. Frank Lampard è l'alternativa da usare in corsa dopera. Sulle ali, Sterling (Liverpool) e Lallana (Southampton) sono favoriti su Milner e Oxlade-Chamberlain.

Infine, in attacco Wayne Rooney supporterà l'unica vera punta Daniel Sturridge, preferito all'esperto Lambert e Welbeck.

La formazione dell'Inghilterra contro l'Italia

Ecco, dunque, la formazione che l'Inghilterra potrebbe mandare in campo contro l'Italia all'esordio dei Mondiali 2014.

Modulo 4-4-2: Hart; Johnson, Cahill, Jagielka, Baines; Sterling, Henderson, Gerrard, Lallana; Rooney, Sturridge.

Segui la nostra pagina Facebook!