Il mercato è pronto a chiudere i battenti, e la Juventus deve prendere una punta, e forse un difensore, anche se questa trattativa è legata alle condizioni fisiche di Barzagli e alla difficile cessione di Ogbonna. Marotta ha chiesto Shaqiri al Bayern Monaco, con la formula del prestito per 2 milioni ed il riscatto a 15 milioni di euro, cifra ritenuta troppo bassa dal club tedesco.

La pista più calda sembrerebbe essere quella che porta a Javier Hernandez, per il messicano lo United chiede 10-11 milioni.

Pubblicità
Pubblicità

La Juventus offre la formula del prestito con obbligo di riscatto fissato alla cifra richiesta dai Red Devils, sempre lo United potrebbe offrire Kagawa nell'ambito dell'affare Vidal, per il quale i bianconeri hanno risposto picche.

L'ultima voce che corre su radio mercato, dice di un interessamento per la punta argentina dell'Atalanta German Denis, giocatore di sicuro affidamento, un bomber di razza da regalare al tecnico Allegri. Ora bisogna scegliere, o meglio trovare il club che accetterà la formula bianconera di Marotta e Paratici, ormai siamo arrivati all'ora della verità, mentre per Falcao il discorso è completamente diverso.

Qui il nodo è rappresentato dall'ingaggio monstre del colombiano, ben 12 milioni di euro, che frena le trattative. Radamel Falcao, potrebbe ridursi il compenso, ma l'interesse del Real sposta l'ago della bilancia a favore delle merengues, club favorito sul colombiano, che attende l'uscita di Benzema verso il Paris Saint German.

Per il difensore, le possibilità rimangono poche, l'unica pare sia rappresentata dal brasiliano dei lusitani Luisao, 33 anni e grande esperienza internazionale.

Pubblicità

Il Benefica chiede 4 milioni di euro, la Juventus offre una cifra tra i 2 e i 3 milioni di euro ed un biennale da 3 milioni di euro per il calciatore. Anche in questo caso situazione complicata che si deve comunque sbrogliare nei prossimi quattro giorni, ma che Marotta e Paratici proveranno a risolvere nel miglior modo possibile per i colori bianconeri. Aspettiamo perché queste ore saranno decisive, e potrebbero essere foriere di sorprese, anche inaspettate per i tifosi ed il tecnico livornese.

Leggi tutto