Questo può e deve essere l'anno giusto per dare una nuova scossa al calcio Italiano. Nella giornata di ieri si sono concluse tutte le partite europee che coinvolgevano le nostre squadre e i verdetti sono decisamente positivi. Concentrandoci sulla Champions League, sia la Juventus che la Roma hanno vinto la loro prima partita del girone offrendo una prestazione molto più che convincente. Se qualcuno credeva che la Juventus si fosse ridimensionata dopo l'addio di Conte non deve far altro che ricredersi, il nuovo mister Allegri sembra aver dato una nuova maturità all'organico che nonostante le sue connotazioni meno vincenti è riuscito a sviluppare un gioco decisamente buono.

Il fatto che Tevez sia tornato al gol dopo cinque anni non può che essere merito anche di questo nuovo modo di giocare. Il girone per la squadra bianco nera è decisamente alla sua portata. Oltre al Malmo ci sono infatti Olympiacos ed Atletico Madrid. La squadra greca comunque non sembra intenzionata a passare come il fanalino di coda del girone e grazie ad una prestazione superba è infatti riuscita nell'impresa di battere l'Atletico Madrid. La squadra spagnola sarà proprio la prossima avversaria della Juventus mercoledì 1 ottobre e sicuramente i colchoneros saranno affamati dei primi 3 punti quindi si prospetta una trasferta tutt'altro che semplice per mister Allegri. Sicuramente però dopo anni che la squadra affronta la Champions è doveroso pensare che abbia raggiunto un esperienza tale che le permetta di intraprendere un cammino più lungo possibile.

I migliori video del giorno

Discorso totalmente diverso invece va fatto per la squadra di Rudi Garcia, la Roma infatti è tornata in Champions dopo ben quattro anni di assenza e lo ha fatto trovandosi davanti un girone di ferro che la vede a contendersi il girone con CSKA Mosca, Bayern Monaco e Manchester City. Sicuramente la fortuna non ha girato dalla parte della Roma durante l'estrazione dei gironi. I giallo rossi tuttavia hanno dato la loro risposta fenomenale sul campo e hanno praticamente annientato la squadra russa rifilandoli ben cinque gol. Un ritorno prepotente che nessuno si aspettava se non forse il mister stesso che è sempre più l'asso magico di questa nuova Roma. C'era bisogno di lanciare un segnale forte al girone e far capire che la Roma c'è e sa la vuole giocare con tutti a viso aperto così come ha sempre fatto. Inutile dire che fondamentale sarà la sfida del 30 settembre a Manchester contro il City. La squadra di pellegrini infatti è una tra le più ricche di talenti d'Europa ed è uscita vincitrice dallo scorso campionato di Premier League. Se la Roma riuscisse ad agguantare anche solo un punto sarebbe pari ad una grandissima vittoria visto che poi si giocherebbe il tutto per tutto dentro il suo stadio a Roma.

Sicuramente in tutto l'ambiente calcistico c'è molta curiosità nel vedere come si comporteranno i giocatori della Roma davanti ad una grandissima squadra, sarà interessante inoltre vedere se Gervinho riuscirà a seminare il panico anche nella difesa Inglese e se la difesa sempre più solida riuscirà a reggere il confronto con giocatori del calibro di Aguero e Dzeko. La Roma deve crederci non solo perché esce da un campionato che l'ha vista infrangere molti record ma anche perché ha un organico che fa invidia a molti ed ha un gioco molto simile a quello cosiddetto Europeo.