Annuncio
Annuncio

Dopo il weekend dedicato alle nazionali, torna nelle giornate di sabato 13, domenica 14 e lunedì 15 il campionato italiano di Serie A. Ecco i pronostici partita per partita ed il programma completo con anticipi e posticipi della seconda giornata.

Sabato 13 settembre 2014

  • Empoli-Roma (ore 18.00): dopo il positivo esordio contro la Fiorentina, la formazione di Garcia sembra nettamente favorita per rimanere a punteggio pieno.
  • Juventus-Udinese (ore 20.45): primo test di una certa importanza per la Juventus che, anche grazie alla spinta dello Stadium, ha un grande vantaggio nella corsa ai 3 punti in palio.

Domenica 14 settembre 2014

  • Sampdoria-Torino (ore 12.30): le due formazioni sono appaiate ad un punto e si scontreranno in un match prevedibilmente equilibrato; leggero favore dei pronostici per la Samp.
  • Napoli-Chievo (ore 15.00): molto probabile una vittoria casalinga anche se il Chievo Verona si è sempre dimostrata la bestia nera dei partenopei.
  • Fiorentina-Genoa (ore 15.00): dopo l'ottimo pre campionato la Fiorentina cerca i primi 3 punti della stagione e parte da favorita contro il Genoa.
  • Cagliari-Atalanta (ore 15.00): prevista una partita spettacolare in terra sarda dove il nuovo Cagliari di Zeman sembra leggermente favorito per conquistare i primi punti davanti al proprio pubblico.
  • Inter-Sassuolo (ore 15.00): subito costretta ad una vittoria interna l'Inter di Mazzarri, impegnata contro l'ostico Sassuolo di Berardi e Zaza. Nerazzurri favoriti per la vittoria.
  • Lazio-Cesena (ore 15.00): impegno sulla carta non proibitivo per la Lazio di Pioli, reduce dalla sconfitta di San Siro ed in cerca di un'immediata rivincita.
  • Parma-Milan (ore 20.45): molto complicata la trasferta di domenica sera per il nuovo Milan di Pippo Inzaghi; il Tardini si è infatti dimostrato un campo particolarmente difficile da espugnare durante la passata stagione. Cassano e compagni leggermente favoriti.

Lunedì 15 settembre 2014

  • Verona-Palermo (ore 20.45): posticipo del lunedì tra Verona e Palermo con i veneti avvantaggiati visto il maggior tasso tecnico della formazione.