Non è certo facile il periodo che sta vivendo Arturo Vidal. L'infortunio pre-Mondiale al ginocchio è solo la punta dell'iceberg. Sembrava aver recuperato l'ex Bayer Leverkusen, il suo tweet sentenziava di una completa guarigione al ginocchio e recriminava le false notizie sparse in giro. Con il suo Cile, era sceso anche in campo, risultando sempre importante, fondamentale, decisivo. Poi, quando la tempesta sembrava oramai passata, la notizia che nessuno voleva sentire. Lo comunica la Juventus, attraverso il proprio sito.

Pubblicità
Pubblicità

Vidal si è procurato un problema muscolare alla regione posteriore della coscia destra, proprio mentre giocava con la Roja. Tegola pesante per Massimiliano Allegri, che oltre a Pirlo, dovrà fare a meno anche del suo Guerriero. Quest'oggi ci saranno accertamenti, appare quasi scontato che salterà la prima partita casalinga contro l'Udinese di Totò Di Natale ed Andrea Stramaccioni. La società di Corso Galileo Ferraris si auspica di poter rivedere in campo Vidal per la sfida di Champions League, quando i bianconeri scenderanno in campo contro il Malmoe, o al massimo alla terza giornata di Serie A, quando ci sarà Milan-Juventus.





Chi sostituirà Vidal? Diverse le opzioni percorribili. Il favorito sembra essere proprio l'ex Udinese, il neo acquisto Roberto Pereyra, già protagonista di una staffetta con Vidal, nella prima uscita ufficiale della stagione, contro il Chievo Verona. El Tucumano però non è l'unica pedina. Come mezz'ala, infatti, potrebbe agire anche Kwadwo Asamoah, con Patrice Evra sulla fascia sinistra. Chances anche per l'italobrasiliano Romulo, vero jolly a disposizione di Allegri, può infatti coprire tutta la fascia destra. 



Se Vidal si ferma, ritornano a correre Andrea Barzagli e Alvaro Morata.

Pubblicità

Due tasselli fondamentali per il mosaico zebrato. Il centrale difensivo, Campione del Mondo nel 2006, riporta certezze nel reparto arretrato e potrebbe essere l'uomo giusto per passare dalla collaudata difesa a 3, a quella a 4.Con Giovinco e Coman, impegnati con le rispettive Nazionali, Morata è rimasto a Vinovo, insieme ai compagni d'attacco Tevez e Llorente, può risultare un'altra freccia nell'arco per la Juventus.

Resta da capire se i due avranno qualche minuto di rodaggio sabato sera contro i friulani per poi magari giocare dall'inizio contro il Malmoe.

Leggi tutto