La Roma ingrana la quinta e batte un buon Verona ben messo in campo da Mandorlini. Florenzi prima, Destro poi regalano il quinto successo a Garçia. La Roma sale a 15 punti e attende la risposta della Juventus, impegnata stasera contro l’Atalanta. Al dodicesimo ottima occasione per Maicon che raccoglie, al limite dell’area, un assist involontario di Destro; ma il tiro si spegne alla sinistra del portiere. Due minuti dopo il terzino brasiliano restituisce il favore all’attaccante azzurro: cross dalla destra, Destro sovrasta di testa i due centrali del Verona, ma il pallone esce di un soffio.

Pubblicità
Pubblicità

Al ventiduesimo corner di Totti, Manolas colpisce di testa mandando il pallone di poco alto sulla traversa. La Roma stenta a trovare un varco nel muro difensivo allestito da Mandorlini. Al trentunesimo occasione clamorosa per la Roma, combinazione tra Maicon e Ljajic sulla destra, pallone che arriva al cento dell’area a Totti, il cui tiro è deviato da un difensore e salvato quasi sulla linea di porta.

Al trentatreesimo primo vero squillo del Verona, gran cross dalla sinistra, Nenè stacca di testa anticipando l’accorrente Ionita e spedisce il pallone a lato.

Pubblicità

Il Verona alza il baricentro e inizia a creare problemi ai giallorossi: al trentottesimo diagonale dalla destra di Juanito-Gomez che impegna in tuffo De Sanctis. La partita è equilibrata e la Roma sente l’assenza di velocità sulle fasce, in particolar modo sulla destra, a causa dell’assenza di Gervinho e un Ashley Cole troppo timido. Il primo tempo finisce senza ulteriori emozioni: 0-0 giusto per quanto visto fino a questo momento in campo.

Secondo tempo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A

La ripresa inizia alla grande per la Roma con Totti, che dopo 30 secondi raccoglie un suggerimento per la destra, ma il tiro a botta sicura viene respinto da Gollini. Al quindicesimo del secondo tempo occasionissima per la Roma: corner di Pjanic, incoccia di testa Yanga-Mbiwa ma la palla sfiora il palo. Al ventunesimo minuto finisce la partita di Francesco Totti (prova sufficiente per il capitano giallorosso) ed entra Florenzi. Al ventisettesimo brividi per la Roma: punizione dalla distanza di Tachtsidis, la palla sbuca in mezzo alle maglie della difesa e si spegne di poco al lato.

Ma la Roma spinge e passa al ventinovesimo: incomprensione al limite dell’area tra Ionita e Tachtsidis, la palla arriva proprio a Florenzi che di prima intenzione scarica un destro angolatissimo che si insacca alla sinistra di Gollini. La Roma prova ora a chiuderla  grazie anche a Gervinho (entrato al dodicesimo della ripresa per Ljajic) che semina il panico nella difesa del Verona, e a Florenzi che va vicino alla doppietta al trentacinquesimo con un tiro deviato da Gollini con un colpo di reni sulla traversa.

Pubblicità

È il preludio per il raddoppio-capolavoro di Mattia Destro che arriva al quarantesimo: l’attaccante azzurro riceve palla sui 40 metri e scarica un destro pazzesco che scavalca Gollini leggermente fuori dai pali. Un gol “alla Quagliarella” davvero meraviglioso che mette in cassaforte la partita e regala il quinto successo consecutivo alla Roma. Un successo sicuramente meritato per i giallorossi che finalmente possono concentrarsi sulla Champions League e alla difficile trasferta sul campo del Manchester City.

Pubblicità

Adesso tocca alla Juve rispondere…

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto