La Juventus è uscita dalla trasferta di Atene, contro l'Olympiakos, con un bicchiere mezzo vuoto. La sconfitta maturata per uno a zero, grazie al gol di Kasami, vede la squadra di Allegri in acque non proprio calme e serene. Le ultime news sembrano parlare di una Juventus dalle due facce, spietata e feroce in Italia, timida e rintontita in Europa.

Olympiakos - Juventus, è tempo di svegliarsi in Europa: dopo l'ennesima delusione europea, la Juventus ha bisogno di un cambio di marcia, forse anche di modulo, dato che il solito 3-5-2 proposto ieri, come faceva Conte, non sembra maturare buoni frutti.

La Juventus è sembrata timorosa e poco lucida, forse addirittura già stanca, dato che i greci sembravano correre di più. Apatica e imprecisa, la squadra di Allegri è andata sotto, meritatamente nel primo tempo e nella ripresa ha cambiato marcia, ma non è bastato grazie alla bravura del portiere Roberto che ha parato tanto. Dopo la disfatta della Roma col Bayern, nella serata precedente, dunque un'altra batosta per il calcio italiano.

Se i giallorossi hanno, però, un piazzamento ancora positivo, i bianconeri rischiano di essere con un piede già fuori. Occorrerà invertire la marcia nel prossimo match, a Torino, contro l'Olympiakos e vincere.

Juventus news: i due volti dei bianconeri. La frenata col Sassuolo sembrava poter essere un episodio isolato, dovuto alla distrazione Champions, ma dopo la gara con l'Olympiakos i bianconeri sembrano aver perso cattiveria e, soprattutto, aver meno gamba del resto del calcio europeo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Champions League

Stesso discorso per la Roma di Garcia, straripante in Italia e lenta, annichilita dagli alieni del Bayern. Il punto è che in Italia le squadre attendono, in Europa no, affrontano. E' qui che le big del nostro calcio vengono prese alla sprovvista e, pur avendo un buon collaudo difensivo (Juventus e Roma, almeno) e delle individualità di alto livello (Pogba, Pirlo, Tevez, nel caso dei bianconeri), l'approccio diventa subire e non aggredire.

E così, una grande squadra da predatore diviene presto preda. Ora, non resta altro che mettere in campo la ferocia da campionato, nel match di ritorno, davanti al proprio pubblico, contro l'Olympiakos e batterlo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto