Il turno infrasettimanale della 9^ giornata di Serie A propone l'affascinante sfida tra Inter e Sampdoria: dopo la vittoria di misura in quel di Cesena, Mazzarri vuole 3 punti per tornare a guardare con ottimismo la classifica e per “rinsaldare” la propria traballante posizione.

Qui Inter- Sette giorni per decidere il futuro. Sette giorni in cui Mazzarri si gioca davvero tutto, e l'ultimatum stavolta arriva direttamente dal Presidente Thohir. Due partite fondamentali dunque per il tecnico ex Napoli che dovrà vincere ma soprattutto convincere tutto l'ambiente nerazzurro, a partire proprio dalla Proprietà.

A Cesena è arrivato un successo, vero, ma forse di positivo c'è stato soltanto quello: il gioco ha lasciato ancora una volta a desiderare e, anche se lo stesso Mazzari si dice soddisfatto dei suoi, non può certamente ignorare quanto si è visto in campo, specie nella seconda frazione di gioco quando la squadra nerazzurra era in superiorità numerica.

Insomma bisogna invertire la tendenza, e bisogna farlo a partire proprio da mercoledì sera: Mazzarri , che dovrà fare ancora i conti con la lunga lista di infortunati, recupererà quasi sicuramente Nagatomo; Guarin resta invece in dubbio, in avanti confermata la coppia Icardi-Palacio.

Inter (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Dodò, Kovacic, Medel, Hernanes, Nagatomo; Palacio, Icardi.

Qui Samp- Mihajlovic arriva a San Siro forte del terzo posto in classifica (al pari dell'Udinese) dei suoi e consapevole di avere tra le mani una squadra che può mettere in difficoltà chiunque, come dimostrato tra le altre cose anche nella sfida di sabato sera con la Roma (0-0): la Samp è una delle liete sorprese di questo inizio di stagione e, partita dopo partita, incarna sempre più lo spirito battagliero del proprio allenatore.

16 punti in classifica, 9 gol fatti e solo 4 subiti: i blucerchiati sono gli unici, assieme alla Juve, ad aver mantenuto l'imbattibilità in campionato, e possiamo dire tranquillamente che l'Inter non poteva trovare avversario peggiore in questo suo “particolare” momento di forma.

Il tecnico mercoledì sera riproporrà quasi integralmente lo stesso undici visto con la Roma, anche se non è da escludere un avvicendamento Okaka-Bergessio, visto e considerato il consistente minutaggio del primo.

I migliori video del giorno



Samp (4-3-3): Romero; De Silvestri, Romagnoli, Gastaldello, Regini; Obiang, Palombo, Soriano; Eder, Okaka, Gabbiadini.



Pronostico e quote- La passata stagione l'Inter ebbe la meglio a Marassi (0-4, qualcuno ricorderà l'esultanza di Icardi al primo gol da ex), ma fu “bloccata” sul pareggio proprio a San Siro (1-1): gli scommettitori non danno troppo peso al diverso stato di forma delle due squadre (segno 1 a 1,83, X a 3,40, 2 a 4,50) e considerano l'Inter favorita per la vittoria finale, anche se un risultato positivo della Samp è più che probabile (X2 a 2,00).

Vista la propensione offensiva delle due compagini consigliamo di puntare sulla quota No Gol (1,90), in alternativa giochiamo il sopracitato X2.