Non potrebbe essere un derby dall'esito più incerto di cosi quello che si giocherà nel posticipo della 12esima giornata di Serie A. Entrambe le milanesi arrivano, infatti, da un 2-0 subito nel penultimo turno di campionato (contro due piccole, Parma e Palermo) e da un pareggio per 2-2 nell'ultima partita giocata, inoltre le due squadre si trovano ad un solo punto di distanza in classifica. Nel frattempo c'è stata la pausa per le nazionali, ma soprattutto è arrivato il ribaltone tanto atteso dai tifosi nerazzurri: l'esonero di Mazzarri. Sulla panchina dell'Inter ci sarà dunque Roberto Mancini, che ritorna ad occupare il ruolo di mister a Milano dopo 6 anni. 


Milan - Inter, domenica 23 novembre 20.45; probabile formazione dei rossoneri:
Periodo non semplice per mister Inzaghi, anch'egli, come l'ex avversario Mazzarri, oggetto di discussione nelle ultime settimane per via dei risultati che non soddisfano la piazza. L' unica nota positiva delle ultime partite disputate è stato il ritorno al gol di El Shaarawy, che a questo punto è quasi certo di un posto da titolare nel tridente d'attacco insieme a Honda e Menez, mentre si siederà in panchina Torres. Dubbi in difesa e a centrocampo per super Pippo, con Abate e De Jong che proveranno a recuperare dagli acciacchi che li affliggono. 


Probabile formazione: Diego Lopez, Abate, Rami, Alex, De Sciglio, Muntari, De Jong, Bonaventura, Honda, Menez, El Shaarawy. 


Milan - Inter, domenica 23 novembre 20.45; probabile formazione dei nerazzurri: 
Se Mazzarri preferiva la difesa a 3 e voleva una ragnatela di passaggi in fase di costruzione, Mancini predilige la difesa a 4 con pochi tocchi e immediate verticalizzazioni. Nonostante ciò il nuovo mister ha avuto pochi giorni per preparare la squadra e non ha potuto lavorare con la rosa completa per via delle convocazioni con le nazionali; potrebbe, quindi, essere costretto a lasciare intatto, almeno per ora, il piano tecnico dell'allenatore precedente. E' anche vero che, statistiche alla mano, il cambio di allenatore porta in genere ad una scossa da parte della squadra, molto motivata nelle prime settimane. Mancini potrebbe partire con il 4-3-1-2, provato in settimana, schierando Hernanes dietro le due punte Icardi Palacio. A centrocampo la squalifica di Medel dovrebbe lasciar spazio a Kuzmanovic, mentre in difesa potrebbe partire titolare Ranocchia, molto stimato dal tecnico, ai danni di Vidic. 


Probabile formazione: Handanovic, Nagatomo, Ranocchia, Juan Jesus, Dodò, Guarin, Kuzmanovic, Kovacic, Hernanes, Icardi, Palacio.