Il Chievo in casa è una squadra ostica. Partiamo da questo presupposto fondamentale. Ha dato del filo da torcere alla Juventus che ha vinto solo uno a zero, al Sassuolo e al Genoa. Ora è importante riuscire a prolungare la striscia positiva, ma non sarà sicuramente semplice contro la Lazio che proviene da una disfatta per tre reti a zero contro la capolista Juventus ed è intenzionata, quindi, a riscattarsi. Giocare al Bentegodi non è per nulla semplice, prevediamo quindi una partita molto ostica con una Lazio che farà possesso palla e un Chievo chiuso in difesa. Anche un punto andrebbe bene per entrambe le squadre: per il Chievo, poiché si tratterebbe di un pareggio di prestigio contro una delle rose più competitive in Italia, e per la Lazio, comunque conscia di quanto difficile sia quel campo.

CHIEVO (4-4-2): Bizzarri; Frey, Dainelli, Gamberini, Zukanovic; Izco, Radovanovic, Hetemaj, Birsa; Paloschi, Meggiorini. A disp.: Bardi, Seculin, Cesar, Biraghi, Edimar, Mangani, Kupisz, Schelotto, Lazarevic, Cofie, , Bellomo, Maxi Lopez, Pellissier. All.: Maran



LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, De Vrij, Radu, Braafheid; Gonzalez, Biglia, Parolo; Candreva, Djordjevic, Mauri. A disp.: Berisha, Strakosha, Konko, Cana, Novaretti, Cavanda, Onazi, Ederson, Ledesma, Klose, Keita, F. Anderson. All.: Pioli

La cura di Maran si sta facendo sentire: nelle ultime tre giornate i veneti hanno racimolato ben cinque punti, bottino più che discreto per una squadra che punta alla salvezza. I limiti tecnici, però, sono ancora molto evidenti, e su quello l'allenatore può fare ben poco a meno che non si comprino nuovi calciatori.

I migliori video del giorno

Contro la Lazio il divario tecnico è davvero evidentissimo e questo potrebbe risultare fatale per i veneti che a centrocampo non possono proprio reggere il confronto con i palleggiatori laziali. Sicuramente il Chievo punterà ad una partita sulla difensiva perché tentare di giocare alla pari significherebbe molto probabilmente far emergere i limiti tecnici e quindi perdere la partita, mentre anche un pareggio farebbe rimanere il morale della squadra su livelli alti. Se la Lazio non dovesse segnare nei primi trenta minuti, molto probabilmente la partita si chiuderà così come è iniziata, ovvero con un pareggio. La sensazione è che con un punto entrambe le squadre sarebbero soddisfatte in virtù della logica "non facciamoci male". Pronostico X