Si concluderà stasera la 12esima di Serie A con il posticipo alle 20,45 tra Genoa e Palermo. Con una vittoria, la squadra di Gasperini può portarsi al 3° posto e sognare un posto in Europa. Dodicesima di A ricca di emozioni incominciata sabato alle 18 con il primo dei due anticipi in programma: la Roma di Rudy Garcia batte l'Atalanta in quel di Bergamo, passata subito in svantaggio col gol realizzato da Maxi Moralez, pareggia i conti con il gol di Ljalic e passa in vantaggio nel finale con gol di Nainggolan.

In serata, la Juve passa a Roma contro la Lazio per 3-0 con la doppietta di Pogba e gol di Tevez. Apre la domenica l'anticipo delle 12,30 tra Torino e Sassuolo dove la spuntano gli emiliani grazie ad un gol di Floro Flores nel finale di gara: alla mezz'ora del primo tempo, il Toro spreca anche un rigore.

Nelle partite delle 15 grande partita al S.Paolo di Napoli dove un ottimo Cagliari ed un grandissimo Farias (autore di una doppietta) fermano sul 3-3 il Napoli di Benitez: oltre a Farias vanno a segno anche Ibarbo, Higuain, Inler e De Guzman. Finisce in parità anche ad Udine tra Udinese e Chievo: al 200° gol in serie A di Totò Di Natale risponde, per il Chievo, Radovanovic. La Fiorentina espugna il Bentegodi contro l'Hellas: a segno, per la Fiorentina, Rodriguez e Cuadrado mentre il momentaneo pareggio è firmato da Nico Lopez che anticipa Neto su assist di Luca Toni.

Scivola sempre di più il Parma di Donadoni che esce sconfitto al Tardini per 2-0 dall' Empoli guidato da mister Sarri che regola i ducali con un gol per tempo segnati il primo da Vecino e il secondo da Tavano. Modesto 1-1 per la Sampdoria di Sinisa Mihajlovic che riesce a pareggiare solo grazie ad un' autogoal dello sfortunato Nica: vantaggio del Cesena con un gol dell' ex Lucchini.

I migliori video del giorno

Finisce in parità il derby della Madonnina: partita piena di emozioni almeno sulle panchine con il primo derby da allenatore per Pippo Inzaghi e il ritorno sulla panchina dell'Inter di Roberto Mancini. Menez porta in vantaggio i rossoneri nel primo tempo ma si fa raggiungere al 60° grazie al gol di Obi.