Pomeriggio di fuoco al San Paolo. La Roma dopo la bella prestazione contro il Cesena, non sfonda contro un Napoli irresistibile. Higuain prima, Callejon dopo, mettono a nudo le fragilità della squadra giallorossa troppo abulica sotto rete. Benitez ancora una volta, sale in cattedra, e da una bella lezione di calcio a Garcia che, nel corso del secondo tempo, prova a scuotere i suoi con l'ingresso di tre attaccanti, ma è tutto inutile. Il verdetto finale permette al Napoli di risalire il capo e di andare a quota 18 punti in classifica. Discorso scudetto riaperto. Napoli condottiero - In un S. Paolo rovente ed incandescente, il Napoli sblocca subito la partita.

Al 3' minuto una strepitosa rovesciata del "Pipita" Higuain che sfrutta un rimpallo favorevole, porta in vantaggio il Napoli. La Roma è stordita, non riesce a rispondere con i suoi attaccanti. Gervinho si ritrova raramente con qualche azione da rete e si spegne insieme al resto della squadra. Insigne e compagni aggrediscono continuamente la difesa giallorossa non riuscendo però a sfondare. Un dominio assoluto dei partenopei che non riescono, malgrado i continui inserimenti nell'area avversaria, a porre il sigillo al match. Si va al riposo sul risultato di una sola rete a zero per la flotta di Benitez.

Secondo tempo - Alla ripresa le squadre scendono in campo con le stesse formazioni viste in azione nel primo tempo. La Roma stavolta torna in se. Al 46' Totti si libera bene sulla destra cedendo la sfera a Florenzi che non aggancia. Napoli salvo. Al minuto 52 ancora Florenzi che non inquadra lo specchio della porta, dopo un bel duetto Totti-Pjanic. Dopo gli unici due affondi, e poi per il resto un monologo partenopeo. Koulibaly al minuto 63 si smarca bene a centrocampo ed inizia una cavalcata verso l'area di De Sanctis. Callejon non è bravo però a sfruttare l'occasione creata dal compagno e sbaglia malamente calciando fuori. Al 63' cambi per la Roma. Entrano Iturbe e Destro al posto di Florenzi e Totti. Cambi anche per il Napoli. Gargano rientra dopo lo stop al posto di Hamsik, e ad accompagnarlo figura il giovane belga Mertens che subentra per Insigne. Al 73' entra anche Inler per Lopez. Garcia prova a dare una scossa ai suoi inserendo Ljajjc per Torosidis. Malgrado i quattro attaccanti schierati dalla Roma, il Napoli sferra l'attacco decisivo. Minuto 84'. Callejon riceve un assist da Higuain e punisce De Sanctis. Il Napoli raddoppia.