Il "Mancini-bis" sulla panchina dell'Inter potrebbe durare pochissimo. Infatti, non è passato nemmeno un mese da quando il tecnico jesino è tornato in nerazzurro, prendendo il posto di Walter Mazzarri, che già si parla di un velocissimo addio al termine della stagione. In giornata si è molto vociferato di un eventuale approdo del "Mancio" alla Roma, ma un clamoroso retroscena è stato svelato poche ore fa dal sito "SportMediaset". Secondo quest'indiscrezione, Roberto Mancini a giugno lascerebbe sì la panchina dell'Inter, ma per restare nel club con un altro ruolo.

Mancini manager, Mihajlovic allenatore

L'ex allenatore del Manchester City gradirebbe molto un ruolo manageriale nella società nerazzurra, abbandonando, dopo pochi mesi, la guida tecnica della squadra.

Per la sostituzione di Mancini c'è una candidatura molto forte, quella di Sinisa Mihajlovic, del quale si era già parlato molto prima che la situazione precipitasse con l'esonero di Mazzarri e il ritorno del "Mancio". Del resto, Mihajlovic è un grande amico dell'attuale tecnico nerazzurro, quindi potrebbe esserci un'ottima intesa fra i due, qualora il serbo diventasse allenatore dell'Inter, con l'ex capitano della Samp che andrebbe ad accomodarsi dietro la scrivania come manager: insomma, un po' come sta accadendo al Guangzhou, dove Marcello Lippi è diventato direttore tecnico e Fabio Cannavaro è stato ingaggiato come allenatore. La situazione Mancini non è ancora ben delineata, ma decisivo nelle scelte del tecnico marchigiano potrebbe essere il mercato di gennaio.

Mancini aspetta rinforzi importanti dal mercato di gennaio

La finestra invernale di Calciomercato potrebbe decidere molto sia dell'attuale stagione dell'Inter, sia della prossima.

I migliori video del giorno

Roberto Mancini ha chiesto determinati calciatori e, se la società non dovesse riuscire ad accontentarlo, allora a giugno sarebbe pronto a valutare realmente l'ipotesi di darsi ad un impegno manageriale, col club di Thohir che virerebbe su Mihajlovic per la panchina. Il direttore generale Fassone sta lavorando per portare in nerazzurro almeno uno tra Alessio Cerci ed Ezequiel Lavezzi, obiettivi complicati perché hanno valutazioni di mercato alte e, soprattutto nel caso del "Pocho", anche un ingaggio piuttosto elevato. Più abbordabili sembrano essere Konoplyanka, centrocampista del Dnipro sul quale però c'è la forte concorrenza del Napoli e Kolarov, esterno sinistro del Manchester City che Mancini volle con sé proprio quando era il tecnico dei Citizens.