L'approdo di Roberto Mancini sulla panchina dell'Inter al posto di Mazzarri porterà non solo degli inevitabili cambi tattici, ma anche degli interventi mirati sul mercato. Già nel derby col Milan si è visto come il tecnico jesino abbia un'idea di gioco diametralmente opposta rispetto a quella del suo predecessore, a partire dalla difesa a quattro e passando per numerose verticalizzazioni e un possesso palla che dovrebbe essere basato su pochi tocchi, ma veloci. Naturalmente, la rosa a disposizione di Mancini non è completamente adatta al suo gioco, dunque in vista del mercato di gennaio il club nerazzurro sta pensando ad alcuni nuovi innesti, che comprendono anche nomi altisonanti, tra i quali figura Ezequiel Lavezzi.

Lavezzi primo obiettivo, ecco la strategia dell'Inter

Ezequiel Lavezzi è un giocatore da tempo nel mirino dell'Inter.

Già Mazzarri, dopo i fasti di Napoli, lo avrebbe voluto con sé in nerazzurro, ma il ricco ingaggio (4.5 milioni netti all'anno) che l'argentino percepisce al Paris Saint-Germain, ha infranto più volte il sogno del club di Thohir. Ma per fare in modo che il sogno diventi realtà, la dirigenza interista sta mettendo a punto una precisa strategia che non vada ad intaccare i parametri relativi al fair-play finanziario. Innanzitutto, per puntare sul "Pocho" a partire da gennaio, l'Inter dovrà liberarsi di alcuni calciatori che hanno un ingaggio piuttosto "pesante". Tra questi, i maggiori indiziati a lasciare Appiano Gentile, sembrano essere Vidic e Guarin. L'ex difensore del Manchester United fatica ad ambientarsi al calcio italiano e, se neanche nella difesa a quattro di Mancini dovesse riuscire a farsi valere, allora potrebbe partire nel mercato invernale.

I migliori video del giorno

Quando si parla di cessioni in casa nerazzurra, emerge sempre il nome di Fredy Guarin: Mazzarri lo aveva messo da parte, mentre Mancini vorrebbe puntare sul colombiano, come ha fatto nel derby. Tuttavia, se la cessione del "Guaro" dovesse aprire le porte all'arrivo di Lavezzi, il nuovo allenatore nerazzurro non si opporrebbe affatto.

Il "Pocho" ha voglia d'Italia

Una volta ceduti alcuni giocatori ed eventualmente liberatisi degli ingaggi di Vidic e Guarin, i nerazzurri potrebbero far leva sulla voglia di Ezequiel Lavezzi di tornare a giocare in Italia. L'attaccante argentino è stufo del Psg, ma è "prigioniero" del suo ricco ingaggio. Tuttavia, potrebbe anche essere disposto a guadagnare qualcosina in meno per trasferirsi nella Milano interista. Il Paris Saint-Germain non lo cederà mai in prestito, ma il contratto del "Pocho" scade nel 2016 e il giocatore non sembra avere alcuna voglia di rinnovarlo, dunque i parigini potrebbero anche venderlo a prezzo di "saldo", pur di non perderlo a parametro zero a scadenza contrattuale.

Certo, è una trattativa complicata, ma qualora l'Inter non dovesse mettere le mani sull'ex Napoli a gennaio, l'assalto ripartirebbe in estate, e se Mancini dovesse riuscire nel "miracolo" di portare la squadra al terzo posto, quindi in Champions League, l'acquisto di Lavezzi sarebbe quasi sicuro.