Sotto Augusto il poeta Virgilio cantava: "Vince solo chi è convinto di poterlo fare". La coscienza di essere i più forti, la determinazione cucita sulla pelle, sono questi gli elementi distintivi di un gruppo o di un singolo. Dagli albori fino alla maturità, il percorso non è tra i più semplici, anche perché come diceva ancora il vate romano: "Il destino lo si incontra per strada". Per i più scettici, eludiamo l'affare destino citando le parole dell'altro poeta latino, Seneca: "Non esiste la fortuna, esiste il talento che incontra l'occasione".

Di occasioni, diciamolo, la Roma ne sta avendo tante, e di talenti ne ha pure altrettanti. Ecco perché allora la gioia, l'entusiasmo e le certezze si trasformano in amarezza e delusione. Il cinismo e la determinazione si appassiscono davanti all'inizio della Primavera invece di germogliare. La sfida di domenica 22 contro l'Hellas Verona rappresenta un crocevia fondamentale, la Roma deve risorgere in terra veneta.

I precedenti - In tutto sono 27 i precedenti tra Verona e Roma: 19 vittorie giallorosse ( 46 goal segnati ), 2 vittorie gialloblù e 6 pareggi. In questa stagione, nella sfida d'andata all'Olimpico, la Roma riuscì ad imporsi per due reti a zero, grazie alle marcature firmate da Florenzi al 74' e Destro all'85'.

Era il 27 settembre, una data che non passa inosservata, quel giorno il capitano festeggiava il suo 38esimo compleanno. In quella partita andò a segno Florenzi che con una sassata rasoterra travolse il Vallo di Adriano costruito da Mandorlini.

Tuffo nel passato - Nel campionato 2013/2014 la Roma segnò al Verona 6 goal tra andata e ritorno: 3 a 0 all'andata, 1 a 3 al ritorno a Verona.

Andando ancora più indietro arriviamo al 2002, quando la Roma con il tricolore al petto sudò non poco per strappare i 3 punti al Verona: dal 2 a 0 in favore dei veneti, al rocambolesco 2 a 3 per la Roma. Batistuta firmò il sorpasso definitivo. Ricordiamo anche la sfida del 2001, quando la Roma grazie ad una vittoria datata il 1 Aprile, riuscì a conservare il primato in classifica allungando di 9 lunghezze sulla Juventus seconda. Curiosità - Hellas Verona e Roma sono le due uniche formazioni ad essere state immuni da squalifiche nella scorsa giornata.