Le indagini sulle partite truccate continuano senza soluzione di continuità in tutta Italia e più passa il tempo, più vengono a galla prove di malcostume e corruzione legate alle scommesse sportive ed in particolare quelle sul calcio; ad oggi sembra ancora tutto limitato alle serie inferiori: B e Lega Pro ma il dubbio che prima o poi possa essere coinvolta anche la serie A e scoprire che anch'essa possa nascondere partite comprate è grande, soprattutto dopo l'arresto di Pulvirenti, presidente del Catania ed altri sette tra dirigenti, procuratori e gestori di scommesse.

I fatti

La Polizia di Stato ha effettuato una serie di arresti legati all'inchieste sulle partite per le quali è stato comprato il risultato finale, tra questi figurano il presidente del Catania Antonino Pulvirenti, Pablo Cosentino, oltre all'ex direttore sportivo della società Daniele Delli Carri. A tutti e tre è stato notificato un provvedimento di custodia cautelare ai domiciliari dalla Digos della questura, l'accusa è truffa e frode sportiva.

Non è finita qui, infatti dalle notizie riportate dall'Ansa, si apprende che la Polizia sta eseguendo altri arresti nei confronti di altri quattro dirigenti della società che avrebbero comprato alcune partite del Catania per pilotarne la vittoria, così da impedirne la retrocessione che stava per verificarsi durante il campionato di serie B appena concluso. L'inchiesta, coordinata dal Dda di Catania e condotta dalla Digos in collaborazione con la Polizia postale, ha portato ad una serie di perquisizioni, attualmente in corso, nella Capitale oltre che a Catania, Chieti e Campobasso.

I quattro dirigenti, anch'essi agli arresti domiciliari, sono due procuratori sportivi e due gestori di scommesse on line. Al momento non sarebbero coinvolte altre società sportive e tanto meno i relativi dirigenti e/o tesserati. Ulteriori particolari sull'inchiesta, denominata: "I treni del gol", saranno diffusi tramite conferenza stampa e grazie a nuovi eventuali sviluppi che potranno scaturire dai futuri interrogatori.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto