In questa sessione estiva di Calciomercato, la Roma ha deciso di prendere due attaccanti. In vista del prossimo campionato, dopo l'arrivo di Iago Falque dal Genoa (ufficializzato ieri con la formula del prestito con obbligo di riscatto fissato a 8 milioni di euro), la squadra giallorossa vuole rifarsi completamente il look in fase offensiva, dove l'unico certo di conservare il proprio posto e la propria leadership è, ovviamente, il capitano Francesco Totti.

Pubblicità
Pubblicità

L'obiettivo numero 1 per il ruolo di centravanti è sempre lo stesso, Edin Džeko, il prescelto da Rudi Garcia dopo che Carlos Bacca ha preferito andare al Milan. Il 29enne bosniaco, che il Manchester City sta cercando di vendere al miglior offerente, ha già dato la sua disponibilità di massima a raggiungere l'amico Miralem Pjanić nella Capitale ma, contrariamente a quanto annunciato in questi giorni dalla redazione di 'Sky Sport', non vi è ancora alcun accordo tra la Roma e l'entourage di Džeko.

Pubblicità

L'ex Wolfsburg, infatti, avrebbe chiesto un accordo quinquennale da 4,5 milioni netti a stagione, senza nessun decurtamento dell'ingaggio attualmente percepito in Inghilterra. Per la Roma, cifra fuori portata. Senza considerare che il City, per privarsi di Džeko, chiede almeno 25 milioni di euro.

Ecco perché, secondo quanto riportato dalla 'Gazzetta dello Sport', il direttore sportivo del club capitolino, Walter Sabatini sta pensando di virare su altri obiettivi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Calciomercato

Tra questi, resta sempre caldo il nome del brasiliano Luiz Adriano, che ha il contratto in scadenza con lo Shakthar Donetsk il 31 dicembre 2015 e pertanto può raggiungere ora la Roma per un indennizzo tra i 7 e gli 8 milioni di euro. Possibile un tentativo con l'Everton per arrivare a Romelu Lukaku, 22enne centravanti belga proposto da Mino Raiola: costa tanto, ma ha un ingaggio che rientra ancora entro parametri sostenibili. Inverosimili, invece, le piste che portano a Christian Benteke, ad un passo dal Liverpool, ed a Alexandre Lacazette, che dovrebbe lasciare l'Olympique Lione per il PSG.



Tutti sondaggi, questi, che si concretizzeranno nel momento in cui la Roma riuscirà a cedere Seydou Doumbia, che vuole tornare al CSKA Mosca e per il quale ci sono offerte dal Galatasaray e dalla Cina; Mattia Destro, che è ancora in trattativa con il Monaco e con il West Ham, che lo vorrebbe però solamente in prestito, e soprattutto Gervinho, per il quale è saltata definitivamente la trattativa con l'Al-Jazira e si sta cercando una nuova sistemazione.

Pubblicità

Sistemate queste spinose questioni, la Roma farà le proprie scelte: accanto a Luiz Adriano, che lo staff tecnico giallorosso vorrebbe portare ugualmente nella Capitale, se non sarà possibile arrivare a Džeko, la dirigenza ha deciso di puntare su un potenziale campione, Aleksandar Mitrović.

Secondo 'Il Tempo' oggi in edicola, è lui il 'piano B' della Roma. Il 21enne cannoniere serbo, autore di 23 reti in questa stagione tra campionato ed Europa League con la maglia dell'Anderlecht, è valutato 18 milioni dalla dirigenza del club biancomalva e, sulle sue tracce, c'è anche il Benfica.

Pubblicità

La Roma, secondo l'esperto di mercato Gianluca Di Marzio, avrebbe già avanzato una prima proposta di 10 milioni (12 secondo 'Il Messaggero'), ma l'Anderlecht ha momentaneamente respinto le avances giallorosse. Attesi importanti sviluppi nei prossimi giorni, ma quella di Aleksandar Mitrović è un'idea da tenere in seria considerazione per l'attacco.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto