Oggi alle 17.00 ci sarà la presentazione di Antonio Cassano

Ho voluto scrivere queste 4 righe perché sarebbe stato troppo semplice prendere spunto dalle sue parole per affrontare un argomento che non vedevo l’ora di toccare.

Ferrero ci sa fare, è un fenomeno mediatico, ma tra lo show business ed il calcio giocato non sempre è andata a finire bene. Sspecie quando si tratta di ritorni in pompa magna, vedi Kakà, Shevchenko, Gullit, ecc

La Storia

Riassunto delle puntate precedenti: Cassano va via da Genova dopo una lite furibonda con Garrone con tanto di improperi in dialetto barese (tipo la scena di vieni avanti cretino con Lino Banfi il compaesano ed i sottotitoli in arabo).

Pubblicità
Pubblicità

Pentito sbandiera tutto il suo amore per la Doria e convince Ferrero a richiamarlo. Trovano l’accordo ma a quel punto arriva il veto di Zenga. L’uomo ragno perde 4-0 in casa all’esordio europeo, viene eliminato ed è costretto controvoglia a subire la decisione di Ferrero ed a dividere lo spogliatoio con Fantantonio.

Il risultato ad oggi è che la Samp ha già superato il numero di abbonamenti della scorsa stagione (18.100 notizia di ieri), le magliette con il suo numero sono le più vendute. Fermandoci qui dovremmo dire che il poliedrico Viperetta ha avuto ragione. Ma questo è lo show business.

Pubblicità

Veniamo al calcio giocato.

Zenga ha ereditato da Mihajlović una squadra di buon livello. Ed è anche stata migliorata a mio modo di vedere: Cassani e Zukanovic (strappato all’inter) sugli esterni sono due ottimi colpi. Fernado davanti alla difesa garantisce palloni recuperati e geometrie con la tecnica tipica dei brasiliani e poi li davanti c’è lui…Antonio Cassano che tutti piazzano dietro le punte (Eder e Muriel) ma che a mio modo di vedere sarà il più avanzato dei tre in modalità 'falso nueve' cercando di emulare il Totti di spallettiana memoria.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Calciomercato

I motivi di questa differente collocazione sono essenzialmente due: la precaria condizione fisica collegata alla scarsa propensione al sacrificio di fantantonio che andrebbero a diluire in qualche tentativo a partita i rientri dietro la linea della palla e soprattutto la maggior vicinanza alla porta che lo aiuterebbe nell’impresa che si è messo in testa di compiere: essere convocato per gli europei. E se Cassano si mette in testa una cosa…

Poi è chiaro che se dovesse arrivare Balotelli tutto questo cambierebbe. Ma questa è un’altra storia, per la buona pace di Walter Zenga…

Alla prossima

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto