Veronae Torino. La partita si giocherà domenica 13 settembre alle 12 e 30, ritorna così anche quest'anno l'appuntamento del match all'ora di pranzo. Al Bentegodi il Verona andrà a caccia di punti dopo quello guadagnato nel primo incontro di questa Serie A,pareggiato con la Roma di Rudi Garcia, poi vincente contro la Juventus detentrice del trofeo. L'allenatore gialloblù Mandorlini perde uno dei suoi giocatori più importanti in vista di questa partita, il centrocampista Hallfredsson, a causa di una lesione miotendinea all'inserzione distale del bicipite femorale sinistro e anche il suo compagno di squadra Fares sarà indisponibile per questa partita.

Il Verona si schiererà con Rafael tra i pali, difesa a quattro composta da Pisano, Moras, Marquez cheper un lieve affaticamento causato dagli impegni con laNazionale messicana è in ballottaggio con Helander, e Souprayen. In mezzo al campo con Hallfredsson fuori dai giochi Mister Mandorlini si affiderà a Sala, Viviani e Greco. Il reparto offensivo sarà guidato dal bomber Luca Toni, supportato da Juanito Gomez e da Jankovic, quest'ultimo in ballottaggio con il nuovo acquisto Giampaolo Pazzini.

Torino, quanta abbondanza in attacco

Quella di domenica non sarà una partita facile per il Verona che si troverà ad affrontare una delle squadre più in forma del nostro campionato, il Torino di Mister Ventura che si presenta al Bentegodi di Verona da capolista e per giunta a punteggio pieno.

I granata giocheranno con il 3-5-2 tanto caro a Ventura. Padelli in porta con i difensori Bovo, il capitano Glik e Moretti formeranno il pacchetto difensivo. Maksimovic ancora out a causa di una frattura al piede sinistro, previsto uno stop di oltre due mesi. Ancora qualche problema per Zappacosta, Obi, Gazzi e Benassi, gli interni di centrocampo saranno quindi Baselli, Vives e Acquah con Bruno Peres e Avelar sulle fasce.

In attacco è sicuro l'impiego dal primo minuto di Quagliarella, fra i migliori dei suoi in questo inizio di campionato,mentre è lotta a tre fra Maxi Lopez, Martinez e Belotti per l'ultimo posto rimasto.