Londra - La sconfitta con lo Stoke City e la conseguente eliminazione dalla Coppa di Lega inglese non ha fatto altro che peggiorare le nerissima settimana del Chelsea aperta sabato scorso dalla sconfitta con il West Ham. La possibilità di vincere nuovamente la premier sembra essere definitivamente sfuggita e visto che anche il percorso in Champions sta subendo diverse battute d'arresto: Abramovich è sempre più vicino all'idea di allontanare nuovamente Mourinho dopo la decisione condivisa della stagione 2012-2013.

Idea che fino a questo momento è rimasta tale solo in base alla faraonica buonuscita da 40 milioni di euro che il magnate russo dovrebbe versare nelle tasche di Mourinho in caso di esonero.

Dolcetto o scherzetto?

Diventa quindi fondamentale la gara di domani, sabato 31 ottobre, contro il Liverpool di Klopp. L'allenatore tedesco è uno dei pochi colleghi che apprezza realmente lo Special one come dimostrano le parole in conferenza stampa rilasciate oggi: "Mou può essere considerato un bravo ragazzo, se non sei un arbitro o un giornalista.

Io non sono nè l'uno nè l'altro, quindi abbiamo un buon dialogo. Lo rispetto molto, entrambi siamo emotivi ma dopo il fischio finale tutto passa". I Reds, in realtà, non se la passano molto meglio del Chelsea e questo probabilmente è un ulteriore pericolo per Hazard e compagni. Il Liverpool, partito malissimo e costretto ad esonerare Brendan Rogers, ha ultimato tutti i Jolly possibili e se non vuole perdere il treno Champions League è costretto a vincere e a continuare l'inseguimento verso il quarto posto, obiettivo minimo per salvare la stagione.

Chelsea versione 2014/15

Visto il rischio dell'esonero Mourinho si affida alla vecchia guardia.

La formazione che andrà in campo domani è composta dagli stessi uomini già presenti nella scorsa stagione. Lo Special One ha anche sciolto l'ultimo dubbio: ancora Diego Costa titolare, nonostante il momento di forma opaco, e conseguente panchina per il mai desirato Falcao.Tutto ruoterà intorno ai piedi di Hazard; il belga, che non ha mai avuto un rapporto idilliaco con l'ex allenatore dell'Inter, deve tornare al livello della scorsa stagione e ricominciare a trascinare la squadra con le sue giocate.

Di seguito le probabili formazioni del match:

Chelsea: Begovic; Zouma, Cahill, Terry, Azpilicueta; Ramires, Matic; Willian, Fabregas, Hazard; Costa.

Liverpool: Mignole: Clyne, Skrtel, Sakho, Moreno; Lucas, Can; Milner, Firmino, Coutino; Benteke.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto