La settimana bianconera è iniziata bene e finita meglio. La vittoria contro il Siviglia ha dato forza e consapevolezza, i tre punti contro il Bologna hanno ridato fiducia e speranza per il continuo della stagione. Ma la dirigenza bianconera sa che deve intervenire su alcuni reparti per cercare di dare a Massimiliano Allegri una rosa davvero competitiva. Oltre il centrocampo, martoriato dagli infortuni di inizio stagione e dalle importanti partenze di Andrea Pirlo e Arturo Vidal, i bianconeri dovranno rafforzare il reparto difensivo, per evitare di rimanere senza validi elementi durante i momenti chiave della stagione.

E il nome nuovo spuntato durante questi giorni è quello di Nenad Tomovic, calciatore serbo sotto contratto con la Fiorentina. Potrebbe essere proprio il giocatoreclasse 1987 ad essere il nuovo rinforzo per il mercato di gennaio.

Calciomercato Juventus, Tomovic prossimo obiettivo?

A quanto pare la dirigenza bianconera sta cercando di rafforzare la linea difensiva. Le condizioni fisiche di StephanLichtsteiner preoccupano, così come la situazione di Martin Caceres, spesso fermo ai box per guai muscolari. Oltre a Sime Vrsaljko, che piace molto ad Allegri, il duo Marotta-Paratici potrebbe optare per Nenad Tomovic, calciatore serbodella Fiorentina.Il contratto scade a giugno 2016 e Paulo Sousa sembra considerarlo poco nel suo scacchiere tattico.

L'arrivo di Astori e l'utilizzo di Roncaglia potrebbe spingere l'ex Lecce e Genoa a non rinnovare con la società viola. Ma la Juventus potrebbe proporre un' offerta anche per gennaio, mettendo sul piatto 5 milioni di euro.

I numeri di Tomovic

Il difensore classe 1987 potrebbe far comodo ad Allegri: gregario di lusso, può giocare sia al centro che su entrambe le corsie laterali.

Conosce molto bene il campionato italiano, avendo giocato 144 gare in Serie A ed ha anche una discreta esperienza europea, con circa 25 match giocati in Europa League. Sarà difficile convincere i viola a cedere una riserva di lusso come il giocatore serbo, ma la Juventus è pronta a tutto pur di tornare nelle zone alte della classifica.