Una Nissa a caccia di record ha centrato la settima vittoria consecutiva nell'anticipo (sabato) di Ragusa, contro la New Team. Nulla da fare per gli avversari, che hanno retto il confronto fino al 30' del primo tempo. È stato Rosario Genova a sbloccare il risultato su calcio di rigore. La squadra biancoscudata prosegue così la marcia verso l'Eccellenza a punteggio pieno, a quota 21. Un avvio di stagione al di là ogni più rosea aspettativa per i tifosi nisseni, che sono tornati ad appassionarsi nuovamente alle vicende della squadra del cuore, dopo non poche amarezze.

L’ultimo impegno in terra iblea, archiviata la netta affermazione di domenica scorsa sul Marina di Ragusa, ha confermato le notevoli ambizioni della formazione cara al presidente Natale Ferrante. Un organico di qualità, assemblato con cura, sul quale si può costruire un concreto progetto di rilancio.

Tensione durante Macchitella-Licata

Segnalati momenti di tensione, invece, nell’altro anticipo, sugli spalti del “Presti” di Gela durante il match tra Macchitella e Licata. Gruppi di tifosi delle due squadre sarebbero arrivati alle mani. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine, che hanno riportato la situazione alla normalità. La partita è finita 2-4, un successo che ha consentito ai licatesi di raggiungere il secondo posto della classifica del girone D di Promozione, con 13 punti, in condominio con l’Aragona.

Continua, dunque, la scalata dei gialloblu. A Licata, dove è sempre vivo il ricordo dei bei tempi del campionato di Serie B, si respira aria di rinnovato entusiasmo.

Verso la "stracittadina" nissena

Le altre partite in programa (domenica), Aragona-Atletico Gela, Santa Croce-Ravanusa, Altletico Caltanissetta-Ragusa, Palma-Comiso, Marina di Ragusa-Canicattì.

Turno di riposo per il Casteltermini. Il prossimo impegno della capolista Nissa è previsto il primo novembre, al “Palmintelli” di Caltanissetta, contro l’Atletico. Una “stracittadina” che si preannuncia tirata e combattuta. Il Licata ospiterà il Marina di Ragusa.