Ci si aspettava una grande prova di forza da parte del Milan nell'anticipo serale della quattordicesima giornata di serie A. E difatti la squadra di Mihajlovic ha conquistato un prezioso e sonante successo contro una Sampdoria apparsa davvero poca poca. Lo testimonia il punteggio, eloquente: Milan-Sampdoria 4-1. Logico allora che i voti nelle pagelle del match siano molto alti tra i rossoneri. Su tutti l'attaccante Niang, a segno con una doppietta e autore di una prestazione super.

I voti e le pagelle rossonere

Donnarumma 6: peccato solamente per il gol incassato nel finale.

Il giovane portiere del Milan continua a crescere anche se ogni tanto commette qualche leggerezza. Abate 6.5: spinge molto sulla fascia destra e la sua spina mette molto in difficoltà la Sampdoria. Alex 6: mette la sua esperienza al servizio della squadra. Romagnoli 7: una prova davvero inappuntabile contro la sua ex squadra. Sbaglia pochissimo e si conferma come un acquisto azzeccato. Antonelli 6.5: anche per lui una ottima prestazione sul binario sinistro.

Cerci 7: Mihajlovic gli consegna la fascia e lui risponde con una prova molto positiva. Voto sette. Dal 80' Honda ng: ha poco tempo per mettersi in mostra. Kucka 6.5: un buon primo tempo, da lottatore in mezzo al campo. Esce nella ripresa.

Dal 53' Poli 6: entra quando ormai la sua squadra deve solo amministrare il vantaggio. Montolivo 6.5: idee lucide per il regista rossonero, la sua prova è davvero molto positiva. Bonaventura 7: un giocatore come lui è davvero molto prezioso per il Milan. L'esterno offensivo timbra subito il cartellino ma soprattutto sforna una prestazione molto positiva.

Bacca 6.5: è l'unico attaccante che non segna, ma fa molto lavoro per la squadra e i gol nascono anche grazie a lui. Si conferma anche lui come un grande acquisto. Niang 7.5: il migliore in campo tra i rossoneri in Milan-Sampdoria, non ci sono proprio dubbi. Mihajlovic gli dà fiducia fin dal primo minuto e lui la ripaga con una doppietta.

Dal 75' Luiz Adriano 6.5: entra giusto in tempo per mettere anche lui la sua firma sulla vittoria del Milan.