Il Milan di Sinisa Mihajlovic chiude l'anno solare con una pirotecnica vittoria contro il Frosinone per 2 a 4. Un risultato che denota quanto la squadra abbia un buon attacco ma sia ancora troppo fragile in difesa. Nel reparto avanzato a segno ancora Bacca, mentre Niang si è confermato con una discreta prestazione. Note positive anche dal ritrovato Honda, mentre Bonaventura ha dato ulteriori conferme su quanto sia fondamentale per i rossoneri. A gennaio si attende il ritorno di Balotelli ma soprattutto Menez, ormai fuori da tempo immemore.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Milan

Partiranno invece Suso, che andrà in prestito al Genoa, mentre Cerci è appetito dal Genoa.

Ancora dubbi a centrocampo e in attacco

A centrocampo si è finalmente vista una prestazione convincente di Montolivo.

La cui luce è stata fino alla partita coi frusinati troppo fioca per essere un faro della squadra. Da registrare invece ancora la difesa. Con Romagnoli privo di un partner fisso, dato che al suo fianco si alternano i più esperti Mexes e Alex. Ancora fuori Antonelli, sostituito a sinistra dall'ancora altalenante De Sciglio. A destra invece si è rivisto l'Ignazio Abate dei tempi migliori, autore anche di una rete. Insomma, tante note positive che però non nascondono la necessità che a gennaio qualcosa vada fatto. Sebbene l'accordo con il thailandese Mr Bee sembri ancora lontano dal concretizzarsi. Sono tornati comunque in auge i nomi di Witsel e Soriano. Vediamo come stanno le cose.

Witsel ancora complicato, spiragli per Soriano

Il sogno del belga Witsel in rossonero è tornato a farsi vivo.

I migliori video del giorno

L'affare però resta sempre complicato, sia perché il Milan deve mettere in atto qualche cessione che crei un discreto gruzzoletto da proporre allo Zenit. Sia perché quest'ultimo è tornato ad alzare la posta. Forte anche della qualificazione nella fase finale di Champions, dove peraltro la squadra russa affronterà l'abbordabile Benfica. Ma, come detto, è tornato in auge anche il nome di Soriano. Il quale, dopo una serie di prestazioni mediocri, è tornato su alti livelli proprio nella gara vinta dai doriani domenica scorsa. Siglando anche un gol. Il giocatore non ha mai nascosto la propria volontà di ricongiungersi col tecnico serbo. Ma la società rossonera vuole anche che quest'ultimo porti a casa una posizione in classifica meritevole di ''un regalo''. Infine, una timida voce parla anche di un possibile approdo in rossonero del centrocampista cileno della Fiorentina Mati Fernandez. Il quale però sarebbe appetito anche dalla Samdporia. Magari in funzione proprio della partenza di Soriano.