Leonardo Bonucci è indubbiamente un punto di riferimento fondamentale  per la Juventus, fuori e dentro il campo da gioco. Non a caso quest'estate ha rinnovato il contratto con il club bianconero fino al 2020. Un giocatore dal talento indiscutibile che rappresenta una certezza per la Juve, meno per la Nazionale viste le performance deludenti delle ultime due amichevoli dello scorso novembre. Un giocatore che a differenza di molti suoi colleghi non ha paura di esprimere il suo punto di vista con i giornalisti, con i tifosi e sui social network, basti ricordare le polemiche suscitate da un suo tweet del 7 ottobre 2014.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Un tweet in cui invitava a 'sciacquarsi la bocca' tutti coloro che avevano criticato il suo goal che aveva consentito la vittoria finale della Juventus contro la Roma per 3-2.

Un giocatore che ha sempre detto la sua, anche lo scorso gennaio dopo la partita Napoli-Juventus terminata 1-3, quando ci sono state delle forti recriminazioni sulla direzione arbitrale del match. Decisioni arbitrali che, secondo i sostenitori del Napoli, avevano favorito spudoratamente il club bianconero. In quell'occasione Bonucci aveva ricordato con supponenza che la direzione arbitrale era stata impeccabile e che la Juve aveva vinto semplicemente perché era la squadra più forte. 

La critica ad Allegri

Bonucci sembra proprio non riuscire a tenere la lingua a freno. Nel mirino del giocatore questa volta è finito l'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri. In un'intervista di questi giorni su Playboy, infatti, il centrale difensivo parla molto apertamente del suo rapporto con l'allenatore.

I migliori video del giorno

 Un legame fatto di rispetto e fiducia, ma anche di onestà e schiettezza. Ed è, forse, proprio per essere onesto fino in fondo che Leonardo Bonucci ha criticato in modo esplicito il tecnico juventino: "Dovrebbe usare meno la carota, più il bastone". Forse, il difensore ha voluto sottolineare con questa frase delle manchevolezze che ha avuto l'allenatore e che hanno determinato l'avvio estremamente deludente di stagione. In contrappunto alla critica ad Allegri, sorprendono i complementi ad Antonio Conte come ex allenatore della 'Vecchia Signora'. Un allenatore, secondo Bonucci, molto determinato, dai modi duri, che pretendeva il massimo durante le partite, ma anche durante gli allenamenti.