Il patron del Bari Gianluca Paparesta lavora senza mai fermarsi in questi frenetici giorni di Calciomercato, per regalare al suo allenatore Andrea Camplone una squadra competitiva per lottare ai vertici della classifica. Il Bari, attualmente in zona play-off, si affida alle capacità manageriali di Razvan Zamfir e alle esperienze del suo nuovo allenatore Camplone, reduce da una promozione nel campionato cadetto col Perugia, per raggiungere quel sogno chiamato Serie A che manca dalla stagione 2010-2011.La dirigenza pugliese è quindi alla ricerca di quel colpo che possa decidere le sorti di una classifica molto aperta, se escludiamo la sorpresa Crotone e la più quotata Cagliari.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie B

Proprio con la squadra sarda, Paparesta e il suo staff cercano di rimpiazzare gli esuberi con gente di qualità e spessore per la categoria. I bianco-rossi pensano infatti ad Antonio Barreca, terzino sinistro nel giro dell'under 21, dichiarato incedibile dal Cagliari, e al giovane portiere ex Brescia Alessio Cragno, ad un passo dal Vicenza.

Il nome richiesto nella mediana dal nuovo allenatore è quello di Ibrahima Mbaye, 21enne centrocampista del Bologna, cresciuto nelle giovanili dell'Inter. Il giovane centrocampista senegalese non sembra però disposto a scendere di una categoria nonostante non rappresenti al momento una prima scelta nella rosa rosso-blu. In attacco ritorna in voga il nome dell'esperto attaccante Mirco Antenucci, desideroso di tornare in Italia ed attualmente in Football League Championship, la seconda categoria di calcio inglese, nel Leeds del presidente Massimo Cellino. Al momento nessun rumors di mercato con le squadre campane.

Bari, il punto sul mercato in uscita

Il ds Razvan Zamfir traccia le strategie di mercato del suo Bari per rispondere ai colpi delle altre squadre di Serie B. Queste alcune delle sue dichiarazioni: "Camplone è una persona diretta che ha giocato un calcio efficiente a Perugia e conosce bene la Serie B. Per ora preferiamo rimanere fermi sul mercato in uscita. Andrea deve avere il tempo per tastare il posto a tutti.

I migliori video del giorno

Nessuno ci ha chiesto di andare via, ma non ci sono gli incedibili. Non ci saranno rivoluzioni".