Il derby di Milano è la ciliegina sulla torta della ventiduesima giornata di campionato. La squadra di Mancini è reduce da un pesante ko in coppa Italia contro la Juventus di Allegri che si è imposta per tre a zero. Si è rivelata sbagliata la scelta del tecnico nerazzurro di schierare contemporaneamente tre centrocampisti di contenimento quali Medel, Melo e Kondogbia, incapaci di creare gioco contro una squadra così collaudata come la Juventus. Contro il Milan però, Mancini schiererà una formazione molto più tecnica e propositiva proprio per non lasciare l'iniziativa esclusivamente agli avversari: dunque spazio a Telles, Brozovic, Ljalic e Perisic e al neoarrivato Eder per cercare di trovare la vittoria che, tra Coppa Italia e campionato manca da ben quattro turni.

Se l'Inter non vince da quattro turni, il Milan non perde da altrettante partite. I rossoneri arriveranno al derby in uno stato mentale migliore rispetto ai loro cugini, ma non per questo partiranno favoriti.Dopo due ottime prestazioni contro Roma e Fiorentina, sabato scorso contro l'Empoli il Milan ha dimostrato i soliti problemi difensivi e l'incapacità di gestire un vantaggio raggiunto per ben due volte. Mihajlovic, in occasione del derby, dovrebbe schierare il consueto 4-4-2, con i trequartisti Bonaventura e Honda snaturati nel ruolo di centrocampisti esterni.

Probabile formazione Milan(4-4-2): Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Honda, Bertolacci, Montolivo, Bonaventura; Bacca, Niang.

All.: Mihajlovic

Probabile formazione Inter(4-3-3): Handanovic; d’Ambrosio, Murillo, Miranda, Telles; Brozovic, Medel, Kondogbia; Ljajic, Icardi, Eder. All.: Mancini

Pronostico. L'Inter subisce goal da tre giornate di fila ed è la prima volta che accade da quando il campionato è iniziato. Facendo spazio a calciatori più tecnici dovrebbe alzarsi la percentuale di possesso palla, cosa che limiterebbe l'opportunità degli avversari di creare azioni da rete. Il Milan dà la sensazione di non esser ancora capace di esprimere un calcio brillante. Pronostico x2.