Quando l'assemblea dei club riunitasi il 22 dicembre 2015, al secondo scrutinio votò come presidente di Lega Pro Gabriele Gravina (riuscì ad ottenere 31 voti contro i 13 di Raffaele Pagnozzi e i 7 di Paolo Marcheschi), nessuno poteva aspettarsi che potesse proporre un'idea interessante ed innovativa per il calcio di Lega Pro in Italia. Èinfatti notizia di oggi la possibile introduzione nella serie guidata da Gravina della regola dell'inserimento delle seconde squadre di Serie A, modalità utilizzata con ottimi risultati in Spagna ed in Germania.

Un' ideache, se realizzata,farebbe felici società come la Juventus, che da sempre sostiene questa idea, affermando che è il modo più sicuro e veloce per far crescere i giovani calciatori. Una ventata di novità portata da Gravina, che trova consensi anche per molti altri club di Serie A, che vorrebbero seguire da vicino i numerosi tesserati che hanno nella rosa della squadra.

Seconde squadre di Serie A per la Lega Pro?

Gravina vorrebbe quindi aprire un bando per l'inserimento nella serie da lui guidata di sei seconde squadre. Attualmente la Lega Pro è composta da 60 squadre, e la possibilità di introdurre le squadre che attualmente giocano nel campionato primavera permetterebbe ai tanti giovani di agevolarne la crescita:è noto come le squadre delle serie minori sono sempre difficili da affrontare, così come giocare in stadi di periferia, ma probabilmente questa è la formula che potrebbe aiutare la crescita del calcio italiano, un metodo che agevolerebbe i giovani che vogliono giocare a livello professionistico.

Bando in primavera

Un bando che dovrebbe partire dalla primavera 2016. Lo stesso Gravina critica la regola dei limiti d'età appartenenti alle serie minori, che potrebbe determinareil rischio di lasciare per strada tanti giovani calciatori. Lo stesso aggiunge che questo è uno dei modi per fronteggiare nella maniera più giusta il problema del calcio scommesse.

Finalmente sembra ci sia aria di riforme nel calcio delle serie minori. E voi cosa ne pensate di questa nuova possibilità di inserimento seconde squadre in Lega Pro?