In Lega Pro, il calciomercato con tante trattativeriserva sorprese ogni giorno, ma anche il calcioscommessecontinua a tenere banco. Non è una cosa passata, non è una questione chiusa ed archiviata, ma sempre una situazione in continuo aggiornamento, che difficilmente finirà per ora. Stavolta le richieste del Procuratore Stefano Palazzi sono incredibili: numeri altissimi, ben 148 punti totali di penalizzazioni e ben 17 società coinvolte. Si tratta di un filone della Procura della Repubblica di Catanzaro in un'inchiesta penale poi sfociato in un processo anche nella Procura della Federcalcio.

Insomma, numeri che possono stravolgere il campionato di Lega Pro e non soltanto, perchè delle 17 società, 8 giocano in Lega Pro, 8 giocano in serie D e 1 in Serie B. In totale, 71 punti di penalizzazione richiesti, circa la metà dei totali, per le squadre di Lega Pro.

Le richieste di Palazzi

La squadra coinvolta in Serie B è il Livorno, per cui il Procuratore ha chiesto 1 punto di penalizzazione per presunta responsabilità. In serie D, le richieste sono di 22 punti di penalizzazione per Neapolis, 9 per Montalto, 7 per Torres, 6 per Sorrento e Puteolana, 2 per Hinterreggio e Due Torri, 1 per la Pro Ebolitana. Insomma, in questa richiesta di penalizzazioni sono coinvolte squadre del settentrione, così come squadre del meridione.

Sono tante, quindi, le richieste di Palazzi.

In Lega Pro si può verificare un vero e proprio scossone del campionato. Come detto, sono 71 i punti di penalizzazione richiesti e sono così divisi: nel girone A, nessuna richiesta; nel girone B, richiesta di 32 punti di penalizzazione per la squadra de L'Aquila, tutti da scontare in questo campionato, oltre alla sanzione di 205 mila euro; 20 punti per il Pro Patria, 12 per il Santarcangelo, 3 punti per Savona e Tuttocuoio.

Nel girone meridionale di Lega Pro, le richieste di Palazzi, sono per Akragas, 4 punti, Catanzaro e Juve Stabia 3 punti. Insomma, il calcioscommesse continua a sconvolgere il calcio italiano, sia professionistico che dilettantistico. Non si ricordano richieste così dure da tempo e si spera che tutto possa finire al più presto per evitare di rovinare un campionato sempre più bello ed avvincente.