Continua lo stallo in casa Milan: la trattativa con i cinesi prosegue a passo lento, anzi lentissimo. Il ricovero in ospedale di Silvio Berlusconi è un ulteriore freno all’affare. Il patron del Milan sa che il tempo stringe: in un senso o nell’altro la faccenda va risolta perché c’è la stagione da programmare.

Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. A riguardo ci sono due strade: una che porta all’estero, l’altra Italiana. La pista estera è strettamente connessa al buon esito della trattativa con gli investitori cinesi.

Scartato Emery che ha in tasca un biglietto aereo per Parigi, resta Manuel Pellegrini. Secondo il sito cileno Emol.com, l’ex manager del Manchester City è stato bloccato dai cinesi ma solo fino alla prossima settimana: scaduto questo termine, Pellegrini si sentirà libero di accasarsi altrove, con l’Everton in pole position.

La pista italiana è quella che giocoforza, percorrerà Silvio Berlusconi. Brocchi ha le sue buone chance di restare, ma dovrà comunque giocarsela con Giampaolo che ha fatto una buona stagione a Empoli e ha alle spalle 16 anni d’esperienza, tra alti e bassi.

Il Milan sempre più italiano?

Cosa dovranno attendersi i tifosi per la prossima stagione? Con Berlusconi ancora al timone la campagna acquisti sarà improntata all’austerità: si getteranno le basi per un Milan più italiano, costruito con elementi di prospettiva che possano crescere nel tempo e portare ai risultati sperati nel medio periodo.

Il Valencia ha chiesto Carlos Bacca

Senza i soldi dei cinesi, per finanziare la prossima campagna acquisti potrebbe essere necessaria una cessione eccellente. Al momento il calciatore più appetibile sul mercato è il colombiano Carlos Bacca, 29 anni e 18 gol in campionato nella stagione da poco conclusasi e contratto in scadenza nel 2019.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Milan Calciomercato

Il bomber si sta mettendo in luce in Copa America Centenario e in Liga c’è chi sente la sua mancanza. Il Valencia ha presentato un’offerta di 17 milioni, ma non basta: per sedersi al tavolo delle trattative servono almeno 25 milioni. Si attende il rilancio del club spagnolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto