A pochi minuti dall'inizio del posticipo domenicale Chievo-Milan, la giornata appena trascorsa ha dato verdetti importanti. Questa è stata sicuramente estremamente positiva per la Juve, che anche senza giocare al massimo e con mezza squadra a far da spettatrice riesce a conquistare il +3 in classifica. Infatti tra le big è stata l'unica in grado di mantenere il passo, oltre alla Roma. I giallorossi hanno battuto al San Paolo il Napoli, dimostrando una grande prova di forza, con una prestazione roboante (i capitolini infatti sono stati capaci di vincere senza dover snaturare il proprio gioco e cercando di adattarsi il meno possibile a quello del proprio avversario).

Per quanto riguarda i partenopei invece, il conto da pagare è pesante, dopo due sconfitte di fila e dopo un distacco dalla vetta che ora è pari a 7 punti, sembra difficile per la squadra di Sarri poter rimontare, soprattutto perchè questa squadra sembra ancora immatura, dotata di buoni giocatori in prospettiva, ma di nessun vero fuoriclasse (a maggior ragione ora che manca anche Milik).

Passiamo ora all'Inter, il grosso punto interrogativo di questo campionato. Sulla carta una squadra che forse è seconda solo alla corazzata Juve, ma che non riesce a mettere in gioco le idee del suo allenatore, il quale ha dimostrato nella partita disputata proprio contro i bianconeri, di poter esprimere un bel calcio.

In casa nerazzurra però ora è nata anche una nuova grana, quella del capitano (forse ex ormai) Mauro Icardi; quest'ultimo infatti, dopo l'infelice uscita nella sua autobiografia dove da mitomane si scaglia contro i tifosi nerazzurri, sembra aver fatto sì che si aprisse un vera e propria crepa tra di lui, i tifosi e addirittura la società (che sembra estremamente irritata dal comportamento dell'attaccante argentino).

Da un attaccante, passiamo ad un altro, ossia Ciro Immobile; questo sta attraversando un momento di forma eccezionale e dopo la doppietta in nazionale oggi è andato ancora a segno salvando la Lazio all'ultimo secondo dalla sconfitta contro il Bologna. Risultato a parte però, i biancocelesti sembrano una squadra molto rodata che applica a pieno ciò che il suo allenatore desidera (a proposito, Simone Inzaghi si sta rivelando proprio una piacevole sorpresa!), quindi attenzione ai laziali che potranno dire la loro in questo campionato che, per ora, oltre alla prima posizione (saldamente occupata e rafforzata dalla Juventus), sembra essere molto equilibrato!

Risultati e classifiche

FIORENTINA-ATALANTA 0-0

SASSUOLO-CROTONE2-1

INTER-CAGLIARI 1-2

LAZIO-BOLOGNA 1-1

GENOA-EMPOLI 0-2

Al primo posto troviamo la Juve a quota 21, seguita dalla Roma(16 punti) e da Napoli e Lazio a 14. Il Milan è a 13 punti (con una partita in meno da disputare questa sera al Bentegodi con il Chievo), mentre i loro cugini nerazzuri sono fermi appaiati a soli 11 punti. Ancora più in basso troviamo la Fiorentina a 9 punti in enorme difficoltà!

Classifica marcatori

-Dzeko (7gol)

-Higuain, Bacca, Icardi (6 gol)

-Belotti, Immobile, Callejon (5 gol)

-Borriello, Defrel, Iago Falque, Kessiè, Salah, Milik (4 gol)