Domani, 15 ottobre, alle ore 13:30 andrà in scena il match che vedrà sfidarsi Chelsea e Leicester. Lo Stamford Bridge farà da cornice alla gara che metterà a confronto due dei numerositecnici italiani 'emigrati' in Inghilterra: Antonio Conte e Claudio Ranieri.L'anticipo, che aprirà l'ottava giornata di Premier League, rappresenta per Conte una concretaoccasione per recuperare punti e risollevare le sorti di unaclassifca finoraal di sotto delle aspettative. Questo avvio di stagione non è stato certamente dei più floridi e non sta rispondendo agli obiettivisperati alla vigilia del campionato.

Attualmente, infatti, il Chelsea condivide il quinto posto con il Manchester United: entrambe le squadre hanno totalizzato 13 punti con quattro vittorie, un pareggio e duesconfitte. Tuttavia, la stagione è appena iniziata e i tifosi dei Blues hanno tutto il tempo per poter sperare in un epilogo migliore: la distanza dal City non è poi così incolmabile.

Conte: "Oltre ad essere gentile, Ranieri è soprattutto un bravo allenatore"

Nella consueta conferenza stampa pre partita, Antonio Conte, manager del Chelsea,ha commentato quella che sarà la gara di domani, soffermandosi in particolare sul tecnico dei The Foxes, ovvero il connazionaleClaudio Ranieri: "E' una persona molto gentile, ma soprattutto è un bravo allenatore, sono stato felice per la sua vittoria lo scorso anno e con me tutti gli italiani.

E' sempre un piacere incontrarlo e confrontarmi con lui" - si legge sulle colonne di raisport.it.

Domani Conte e Ranieri, rispettivamente sulla panchina del Chelsea e del Leicester, si contenderanno i tre punti in palio: bottinoche farebbe comodo ad entrambi i tecnici. Se gli uomini di Conte, infatti, occupano il quinto posto, le Volpisi accontentano dell'ottava posizione. L'entusiasmo della favola del Leicester che ci ha fatto sognare lo scorso annosuona già come un mero ricordo.

L'ex ct azzurro: "Sto cercando chi ha scommesso"

Nonostante il campionato conti solo sette giornate, in Inghilterra già sivociferadi un probabile esonero di Conte, suggerito soprattutto dalle quote diffuse dai bookmaker. L'ex bianconero in conferenza stampa ha allontanato le critiche con la singolare ironia che lo ha contraddistinto in più di un'occasione: "Non so cosa sia successo: sto cercando chi ha scommesso per capirci qualcosa" - le parole del tecnico riportate da raisport.it.

Segui la nostra pagina Facebook!