Non è un periodo semplice per Roberto donadoni e nessuno vuole infierire. La sua, e quella del Bologna, era una stagione semplice e tranquiila. Salvezza acquisita, qualche intoppo, alcune buone cose, una discreta crescita cammin facendo. Poi, a stretto giro, arrivano nell'ordine: i 7 gol del Napoli, il gol del Milan in 9, la rimonta in 6 minuti subita a Genova e la prima rete di Gabigol nella sua avventura italiana.

Eppure, riesce ancora ad esserci dell'altro. Lui, gloria rossonera assoluta, si è ritrovato a fare polemica preventiva sull'arbitro di Bologna-Milan, con la squadra della sua vita da calciatore danneggiata da due espulsioni...ma il danno vero, Donadoni, lo ha subìto contro i "rivali" dell'Inter. Un rigore di quelli davvero grossi come una casa come si diceva una volta di Eder su Dzemaili clamorosamente ignorato da Mazzoleni che in quella posizione ravvicinata non poteva non vedere.

La stessa cosa Donadoni l'aveva subìta a Genova, contro la Samp, con il rigore dell'1-1 blucerchiato clamorosamente inesistente. Eppure, in tema di arbitri, proprio Luci a San Siro ha fatto polemica solo prima della partita con il Milan. Semplice chiosa invece per Pioli: dal campo a Torino si vedeva tutto benissimo in tema di episodi arbitrali, a Bologna un po' meno. Sarà stato il sole. In attesa del filmato chiarificatore di Inter Channel sull'episodio Eder-Dzemaili, la gente nerazzurra si gode la rete di Gabigol.

Aria di Cinesi: Montella sereno sul rinnovo di Donnarumma

Vincenzo Montella è molto chiaro, lineare e coerente nelle sue dichiarazioni: finchè ci sono Berlusconi e Galliani, parlo solo con Berlusconi e Galliani. Nessuna confusione e niente fughe in avanti. Ma, si sa come sono gli smartphone e gli iphone, è quasi impossibile non entrare in contatto con tutto il mondo. E dal momento che a torto o a ragione si suppone, nel pissi pissi bau bau dei bene informati, che qualche contatto innocente e informale con la nuova proprietà Montella lo possa magari anche aver avuto sempre nel rispetto degli attuali dirigenti, qualcuno attribuisce a questi contatti la maggiore serenità del tecnico sul futuro rossonero di Gianluigi Donnarumma esibita nella conferenza stampa della vigilia, a Milanello, di Milan-Fiorentina.

Una serenità, una apertura, che filtra anche da ambienti giornalistici negli ultimi giorni. Il 18esimo compleanno di Donnarumma si avvicina e forse anche qualcosa in più. Questa è la speranza dei tifosi milanisti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto