'Leoni indomabili', di fatto e non solo di nome. Pur con le assenze pesanti di sette possibili titolari che non hanno risposto alla convocazione di Hugo Broos, il Camerun ha raggiunto la finale della Coppa d'Africa 2017. Nel penultimo atto del torneo ha sconfitto 2-0 il Ghana al termine di un match comunque sofferto se partiamo dal presupposto che il punteggio si è schiodato soltanto poco prima della mezz'ora della ripresa.

Il titolo africano sarà pertanto deciso dalla sfida tra il Camerun e l'Egitto, visto che ieri i faraoni hanno superato il Burkina Faso dopo i calci di rigore nell'altra semifinale (tempi regolamentari e supplementari si erano chiusi sull'1-1).

Strapotere fisico del Camerun

Il Camerun ha vinto la semifinale di forza, grazie alla prestanza fisica di una squadra la cui cifra tecnica complessiva non è straordinaria ma queste carenze vengono compensate da un'incredibile dinamicità.

I leoni vanno due volte vicini al vantaggio nei primi 12', con Teikeu la cui incornata è salvata sulla linea da Afful e con il destro da pochi passi di Tambe parato da Brimah. Il Ghana cerca di rispondere con gli uomini di maggior talento, Atsu al 40' innesca Jordan Ayew che spreca tutto e 4' dopo chiama Ondoda all'intervento con un sinistro da fuori. Nella ripresa il ritmo cresce, gli esterni camerunesi Bassogog e Moukandjo spingono come forsennati sulle fasce ma il Ghana si rende pericoloso con veloci ripartenze, sfiorando il gol con una botta da fuori di Partey ed un calcio di punizione di Wasako.

Una papera del portiere ghanese Brimah dà poi il via libera alla squadra di Broos, al 27' della ripresa l'estremo difensore esce a vuoto su un cross che spiove in area e Ngadeu-Ngadjui non si fa pregare due volte nel mettere il pallone in fondo al sacco. Tra le file ghanesi entra anche Gyan, Jordan Ayew spreca il pallone del possibile 1-1 e le 'stelle nere' sono punite nel finale da Bassogog che chiude la pratica, fissando lo score sul 2-0.

Una finale tra 'giganti'

Quella che va in scena a Libreville il 5 febbraio alle ore 20.00 (diretta italiana su Fox Sport) è una finale tra giganti. L'Egitto ha vinto 7 titoli, il Camerun ha conquistato 4 Coppe d'Africa (secondo posto nella classifica dei plurivincitori che condivide con il Ghana), si tratta pertanto della sfida tra due scuole calcistiche tra le più prestigiose del continente. Oltretutto si sono già incontrate due volte in finale nella storia del trofeo ed i precedenti sono entrambi favorevoli agli egiziani.

Nel 1986 al Cairo, dunque davanti al pubblico di casa, i faraoni ebbero la meglio ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari e supplementari si erano chiusi a reti inviolate. Tra le file del Camerun in quell'edizione della coppa d'Africa tanti volti noti, come il portiere Thomas N'Kono, il difensore Emmanuel Kunde, il centrocampista Gregoire M'Bida (autore del gol contro l'Italia nella sfida mondiale del 1982) e l'attaccante Roger Milla.

Nel 2008 ad Accra, in Ghana, l'Egitto si laureò campione d'Africa battendo 1-0 il Camerun di Samuel Eto'o grazie ad una rete segnata a 13' dal termine da Mohamed Aboutreika.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto