Il destino di Ivan Juric sembra segnato, con il suo Genoa in crisi profonda. Il presidente dei liguri, Enrico Preziosi, dopo l'umiliante sconfitta subita dal grifone a Pescara, è pronto ad esonerare Ivan Juric.

Sono ore di riflessione in casa rossoblu, la squadra è quintultima in classifica e il pessimo rendimento del grifone in queste ultime giornate sembra poter spingere la società verso un ribaltone in panchina. Il tecnico Ivan Juric sembra davvero vicinissimo all'esonero.

Juric verso l'esonero, tre nomi per sostituirlo

In settimana avevamo ipotizzato l'esonero di Juric in caso di sconfitta a Pescara.

Lo stesso presidente Preziosi, senza troppi giri di parole, aveva fatto intendere che la fiducia nei confronti del croato non era di certo incondizionata. Stramaccioni, Edi Reja e Andrea Mandorlini sono i tre nomi caldi per sostituirlo. In questi minuti il presidente del Genoa sta riflettendo su chi, eventualmente, scegliere per rimpiazzare Ivan Juric. Gli indizi raccolti portano ad Andrea Mandorlini, che si è liberato improvvisamente dall'Hellas Verona la scorsa settimana. Subito dopo, nella lista delle preferenze di Preziosi, c'è Andrea Stramaccioni. L'ex Inter percepisce un ingaggio molto elevato e per approdare al Genoa dovrebbe ridursi drasticamente lo stipendio.

Il nome di Reja, rappresenta la terza opzione.

Il settantunenne di Gorizia sarebbe una soluzione temporanea, fino al termine della stagione. In queste ore la dirigenza si sta confrontando per prendere una decisione definitiva, Di certo c'è una tendenza che va invertita al più presto, come si ripete da tempo nell'ambiente. A proposito, i tifosi genoani, delusi dalla prestazione indecorosa della squadra, hanno abbandonato lo stadio Adriatico durante il primo tempo in segno di protesta.

Aria di tempesta in casa Genoa, domenica prossima col Bologna potrebbe esserci un nuovo allenatore in panchina. Lo confermano, mentre scriviamo, pure i colleghi di Sky Sport. Attesi aggiornamenti nelle prossime ore, il futuro di Juric sembra segnato.