Il quotidiano sportivo milanese Gazzetta dello Sport riporta sull'edizione di questa mattina le ultime novità riguardanti l'Inter e il pensiero dei nuovi proprietari cinesi. Suning sarebbe infatti imbestialito con tutti i giocatori, colpevoli di aver assunto un atteggiamento pessimo sia prima che durante e dopo la partita negativa giocata in quel di Crotone: un k.o. pesante, che rischia seriamente di compromettere le ambizioni europee dei nerazzurri visto che il calendario propone ben tre scontri diretti di fila contro Milan (in casa), Fiorentina (fuori) e Napoli (in casa).

Dunque nelle restanti sette partite di campionato nessuno potrà sentirsi al sicuro, in ballo c'è la riconferma per la prossima stagione. Le colpe sono da attribuire anche alle scelte poco azzeccate da parte del tecnico Stefano Pioli, che nelle ultime due gare contro Sampdoria e Crotone si è giocato probabilmente le ultime, residue chances di permanenza ad Appiano Gentile: domenica scorsa ha stupito soprattutto l'avanzamento di Gary Medel a centrocampo e il rientro tra i titolari di Jeison Murillo, apparso decisamente svogliato e privo della necessaria concentrazione per affrontare un match significativo come quello in terra calabrese.

Tuttavia la responsabilità principale di questo rapido crollo dell'Inter deve essere attribuita ai giocatori. Che non possono essere comandati a bacchetta, quasi fossero degli scolaretti alle prime armi: servono serietà professionale e rispetto per la maglia che si indossa, si può sbagliare ma non in questo modo. Ciò che ha stupito i numerosi tifosi interisti presenti allo "Ezio Scida" di Crotone è stata la mancanza di reazione soprattutto dopo la doppietta siglata da Falcinelli: una grande squadra avrebbe potuto, e dovuto, rimontare già prima del riposo per poi andare a conquistare i tre punti nella ripresa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Fiorentina

E invece solamente i giocatori subentrati nella ripresa, ovvero Eder e Palacio, hanno dimostrato di meritare la casacca dell'Inter: sfortunato l'attaccante della Nazionale italiana, che ha colpito un palo interno sul risultato di 1-2, bravo l'argentino nel saper conquistare falli in varie zone del campo e creare spazio per gli esterni nerazzurri. Per il resto solo prestazioni deludenti e tanti dubbi sulla reale forza della rosa dell'Inter: su questo Suning e i dirigenti dovranno prestare la massima attenzione da qui alla fine della stagione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto