Il Milan è alla ricerca di un bomber di altissimo livello per la prossima sessione di Calciomercato estivo. Il sogno della dirigenza e dei tifosi rossoneri è Andrea Belotti, protagonista di una stagione straordinaria nelle fila del Torino (ben venticinque reti segnate per lui). L'attaccante italiano, però, ha una clausola di cento milioni di euro e il presidente del club granata, Urbano Cairo, non ha alcuna intenzione di fare degli sconti per lui (ricordiamo, comunque, che Belotti ha rivelato di essere da sempre milanista). Il club rossonero, dunque, tiene ancora viva la pista che porta a Pierre-Emerick Aubameyang, fortissimo centravanti che milita nelle fila del Borussia Dortmund, vero e proprio pallino di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli.

Dalla Germania arrivano importanti indiscrezioni per quanto riguarda il calciomercato del Milan. Ecco tutti i dettagli.

Milan, colpo Aubameyang a giugno? La situazione

Stando a quanto riportano i media tedeschi, la dirigenza del Milan ha ricevuto a Casa Milan Giacomo Petralito, agente FIFA che stretti legami con il Borussia Dortmund. Durante il summit si è parlato del possibile trasferimento di Pierre-Emerick Aubameyang al Milan; oltre a Nikola Kalinic della Fiorentina e Alvaro Morata del Real Madrid, infatti, il Milan segue anche l'attaccante gabonese del Borussia Dortmund per rinforzare l'attacco. Secondo quanto scrive il noto esperto di mercato Gianluca Di Marzio, non è da escludere il ritorno di Aubameyang al Milan; l'attaccante africano militò nella Primavera rossonera ed è ancora molto attaccato all'ambiente.

Il ventottenne, inoltre, non è interessato ad un'esperienza in Cina, dove ha moltissimi estimatori. Aubameyang preferirebbe Real Madrid, Barcellona o Paris Saint Germain, ma nessuna delle tre squadre si è ancora fatta avanti con un'offerta ufficiale. L'operazione Aubameyang, però, potrebbe essere molto costosa per il Milan.

Il padre del talentuoso centravanti, infatti, chiede ben dodici milioni di euro a stagione per l'ingaggio del figlio (si tratta di uno stipendio tre volte superiore a quello percepito da Aubameyang in Germania). Si tratta comunque di una cifra davvero troppo alta per il Milan, che non ha i mezzi economici per permettersi un ingaggio simile.

Nel caso in cui l'attaccante africano dovesse accettare il trasferimento al Milan, le pretese economiche del padre scenderebbero inevitabilmente.