Tutto è bene quel che finisce bene. Potrebbe essere questo il titolo o la chiosa della telenovela Perisic che per settimane ha investito il mondo Inter. Tantissime le puntate di una vicenda che sembrava davvero potesse chiudersi con l'addio del calciatore alla maglia nerazzurra. Ad oggi, però, sembra proprio che la storia comune tra l'attaccante croato e il club milanese sia destinata a continuare. Sono, infatti, tantissimi gli indizi che suggeriscono che il calciatore non si muoverà da Milano.

Calciomercato Inter: conferma importante

Sembrava avere manifestato l'intenzione di cambiare aria, allettato dalla possibilità di giocare con il Manchester United dove avrebbe trovato un contratto più ricco e, soprattutto, l'immediata opportunità di giocare la Champions League.

La sensazione è che la voglia di Spalletti di puntare forte su di lui lo abbia convinto a sposare la causa di un'Inter che, attraverso importanti investimenti, è pronta a venire incontro alle ambizioni di un calciatore che ha voglia di vincere tanto.

Non è da escludere che a fare la differenza sia stato proprio un colloquio tra il calciatore balcanico e l'allenatore toscano che, già qualche giorno fa, aveva chiesto alla dirigenza di individuare la strategia per poterlo trattenere a Milano.

E nelle ultime ore è diventato praticamente di dominio collettivo il fatto che i Red Devils non avessero più intenzione di investire i cinquanta milioni richiesti dall'Inter per la cessione del cartellino.

L'esigenza della cessione nasceva dalla necessità di reperire trenta milioni di euro per mettere a posto il bilancio, rientrare nei parametri previsti dal Fair Play Finanziario ed evitare di incorrere nelle possibili sanzioni dell'Uefa.

Mercato Inter: cessioni in vista

I soldi che servono, dunque, non arriveranno da Perisic, ma da altri calciatori che sono in esubero. In attesa di incontrare il Genoa per manifestare il proprio interessamento nei confronti di Pellegri, la società nerazzurra starebbe trattando una tripla cessione ai grifoni: Caparari, Puscas e Biabiany (che sembrava destinato allo Sparta Praga) dovrebbero rappresentare gli elementi che, finendo in Liguria, si tradurrebbero in un tesoretto in doppia cifra per il bilancio dell'Inter.

A loro c'è poi da aggiungere la possibile cessione di Banega che, arrivato a parametro zero, partirà per un'offerta congrua.