La vicenda tra Pepe Reina e la Società Sportiva Calcio Napoli si arricchisce di un nuovo capitolo. Infatti, la permanenza del portiere azzurro pare essere messa in discussione da una mancata iscrizione, quella dei suoi figli in una scuola del Vomero, dove i termini per iscriversi sono ormai scaduti da circa 2 mesi. Questo dato sottolinea una grande incertezza sulla permanenza del portiere spagnolo e su chi potrebbe essere il nuovo numero uno per difendere la porta azzurra.

De Laurentiis valuta le alternative

Intanto, il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis valuta le alternative e continua a sondare il terreno attraverso i suoi uomini di mercato per il futuro dei pali azzurri. Il club ha intenzione di affiancare a Reina un portiere più giovane, che dia più sicurezze tra i pali, vista la stagione un po' altalenante dell'estremo difensore spagnolo. Quest'ultimo, però, non se la sentirebbe di diventare il secondo e quindi potrebbe decidere di dire addio al club partenopeo.

Inizialmente, è stato forte l'interesse azzurro per Szczesny, il portiere polacco di proprietà dell'Arsenal che ha giocato per 2 anni in prestito con la Roma. L'affare però non è semplicissimo se prima non ci si libera dell'oneroso ingaggio di Reina. Altro guardiapali tenuto sotto osservazione è il vice di Buffon, il brasiliano Neto, il cui costo del cartellino si aggira attorno ai 10 milioni di euro: l'ultima parola spetta però a Maurizio Sarri.

Senza dubbio, il preferito della società e probabilmente anche del tecnico azzurro è Leno, il portiere classe 92' del Bayer Leverkusen e vice di Manuel Neuer nella nazionale tedesca. Il tedesco ha tutte le carte in regola per ricoprire il ruolo di titolare del Napoli. C'è però un problema: il costo del cartellino è di 20 milioni di euro, prezzo che costringe gli azzurri a temporeggiare, almeno fino a quando non avranno fatto qualche cessione.

Il grande gelo

La questione Reina ha quindi creato un po' di caos tra le fila azzurre: probabilmente la società non si aspettava, almeno per quest'anno, di dover ricorrere al mercato per comprare un nuovo portiere. Però c'è da dire che sono ormai diversi giorni che pare esserci una calma piatta tra la società azzurra e ed il giocatore spagnolo. Il tutto premettendo che l'idea di un prolungamento fino al 2019, al momento, è frenata dalla molta distanza tra domanda e offerta dal punto di vista economico, con la società che non intende andare oltre la scadenza prevista nel 2018.

La trattativa tra le parti interessate non ha fatto altro che peggiorare i rapporti che già non erano dei migliori. C'è però da dire che, almeno per il momento, nessun club pare si sia fatto avanti per provare ad acquistare Reina, in quanto il presidente De Laurentiis chiede 5 milioni, considerati un po troppi data l'età del giocatore che, il 31 agosto, spegnerà le 35 candeline.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto