Questione portiere, una scelta che deve essere ben ponderata. L'intenzione della dirigenza del Trapani sembra chiara in questa stagione che vede la squadra nel terzo campionato nazionale dopo quattro anni di serie B: non si vuole ripetere l'esperienza Guerrieri. Il giovane estremo difensore era arrivato in prestito dalla Lazio la scorsa estate, preceduto dalla fama di uno dei più promettenti nel suo ruolo a livello nazionale. Il flop è stato tremendo, parecchie sue incertezze sono costate care nel girone d'andata ed è poi venuta meno la fiducia.

Con l'arrivo di Mirko Pigliacelli nella finestra invernale del mercato è andata decisamente meglio, parecchi tifosi lo avrebbero visto ben volentieri a guardia dei pali anche nel prossimo campionato di Lega Pro. Ma il 23enne portiere romano è di proprietà del Pescara ed è rientrato dal prestito. Quello del numero uno è un ruolo completamente scoperto a Trapani, ma non è affatto una novità se consideriamo che nelle ultime stagioni ci si è affidati soprattutto ad atleti in prestito, come nel caso di Pigliacelli, ma anche di Nicolas e Gomis, che sono tornati inevitabilmente alla base al termine del campionato. In realtà il Trapani ha ben due portieri sotto contratto, si tratta di Richard Marcone e Simone Farelli, ambedue rientrati dai rispettivi prestiti al Sudtirol ed all'Arezzo.

Ma nessuno dei due profili sembra convincere la dirigenza.

Il 'no' di Facchin

Davide Facchin è in rotta con il Venezia, nonostante l'ottimo campionato disputato e concluso con la promozione in serie B dei lagunari. L'interesse per il 30enne portiere di San Donà di Piave era parecchio concreto da parte del Trapani, ma ad opporsi al trasferimento è stato il diretto interessato.

Facchin si è già accordato con il Pordenone, mancherebbe soltanto la firma. Altro profilo seguito è quello di Luca Mazzoni, ad onor del vero è almeno la terza estate di fila che il nome del maturo guardapali livornese viene accostato al Trapani. Stavolta Mazzoni non dovrebbe rinnovare il suo contratto con il Livorno e, pertanto, il suo nome figurerà nella lista degli svincolati.

Che sia la volta buona per vederlo allo stadio Provinciale? Di certo è una soluzione gradita, fermo restando la sua enorme esperienza ed affidabilità. Tornando a Facchin, il suo arrivo a Pordenone potrebbe favorire la partenza di Matteo Tomei, altro numero uno di comprovata esperienza (33 anni) che nelle ultime ore è stato accostato, tra gli altri, anche al Trapani. Ultimo rumor di mercato riguarda Antonio Santurro, 25enne portiere emiliano che ha trascorso l'ultima stagione al Siracusa. Era tra le opzioni indicate dal ds pro-tempore Giuseppe Magalini e sarebbe rimasta in piedi nonostante la rinuncia di quest'ultimo. L'ostacolo, casomai, potrebbe essere la concorrenza, Santurro sarebbe seguito da almeno un paio di società di serie B.

Incontro per Coronado

Tutti lo cercano, tutti lo vogliono. Il sogno di tante squadre si chiama Igor Coronado, ma il trequartista brasiliano è ancora un giocatore del Trapani e la sua prima scelta rimane Verona, sponda Chievo, che gli consentirebbe l'esordio in serie A. In tal senso, è imminente un incontro della dirigenza granata con Joao Santos, agente del giocatore. Il prezzo fissato dal Trapani è di 1 milione e mezzo di euro, la società scaligera vorrebbe inserire nella trattativa il centrocampista gambiano Yusupha Bobb, 21 anni, cresciuto nelle giovanili clivensi e reduce da due stagioni in prestito entrambe in Lega Pro: la prima con il Cittadella, la seconda divisa a metà tra Taranto e Padova.

Ad ogni modo ci sarebbero altre società alla finestra per Coronado, tanto il Foggia quanto il Palermo sarebbero pronte ad approfittare di un'eventuale fumata nera.