Finalmente si anima il calciomercato della Juventus, la società di Corso Galileo Ferraris ha finalmente individuato l'obiettivo numero uno per la linea mediana del campo. Dopo il 'divorzio' da Paul Pogba, i bianconeri hanno a lungo cercato un elemento in grado di sostituirlo per qualità e quantità, e finalmente sembrano aver individuato il nome sul quale puntare il tutto per tutto.

Juventus, tutto sul francese

Per i bianconeri, non si tratta di una vera e propria novità. La società piemontese aveva già inseguito a lungo il centrocampista francese, ma alla fine non se ne fece nulla ed il Paris Saint-Germain decise di tenersi tra le proprie fila Baise Matuidi.

La situazione ora sembra essere decisamente cambiata, con il ragazzo che chiede spazio e la società parigina che in tutta risposta sembra essere molto vicina all'acquisto di Fabinho dal Monaco. L'arrivo del centrocampista brasiliano nella capitale francese, limiterebbe lo spazio del compagno di reparto di nazionale Blaise Matuidi, tant'è che il ragazzo avrebbe chiesto di essere ceduto proprio per non perdere l'opportunità di giocare il prossimo mondiale. Sul centrocampista francese si era registrato anche il forte interesse del Manchester United, ma adesso le carte in tavola sembrano essere cambiate e la Juventus è in netto vantaggio su tutte le altre pretendenti. Nei prossimi giorni è previsto un incontro tra le parti, Mino Raiola, assistente del centrocampista, si sta occupando in prima persona del trasferimento del ragazzo in Piemonte, e sta provando a trovare le carte giuste per convincere il Paris Saint-Germain a lasciar partire il ragazzo senza pretendere una cifra astronomica.

La richiesta del PSG

I rapporti tra la Juventus ed il presidente del club parigino Al Khelaifi sono tutt'altro che idilliaci, tanto che il numero uno del PSG pare stia facendo muro. Il presidente del club transalpino non ha ancora digerito lo 'scippo' Koman, accasatosi alla Juventus e poi ceduto dal club piemontese al Bayern Monaco per un'importantissima cifra che ha permesso ai bianconeri una grossa plusvalenza.

Ora, per Blaise Matuidi, Al Khelaifi chiede quindici milioni di euro nonostante il contratto del ragazzo scada la prossima estate. Il prezzo del cartellino non rappresenta comunque un problema per la dirigenza di Corso Galileo Ferraris, tanto che Marotta e soci sono pronti a spingersi anche ben oltre la cifra richiesta. Insomma, le carte in regola perchè l'affare possa concludersi positivamente ci sono tutte.