Oggi doveva essere la data di conclusione nella quale il Consiglio Federale della FIGC avrebbe notificato, con esito finale, tutte le squadre partecipanti al prossimo campionato di Serie C disegnando il futuro della prossima stagione della massima serie professionistica italiana. Ora si attende la stipula del calendario di Serie C 2017-2018, che avverrà a Pescara il 10 agosto.

E così è stato. Tutto il marasma che da un mese, anzi ancor prima che finisse il campionato di Serie B, sta tenendo tutti col fiato sospeso, tifosi e non, per quelle squadre che tra fallimenti (Como e Latina fallita ancor prima di retrocedere dalla B), deferimenti, mancate fidejussioni non ce l'hanno fatta ad essere riammesse o ripescate.

Quindi non 57 squadre come era stato previsto nei giorni scorsi, ma saranno 56 le squadre che parteciperanno.

Solo la Triestina è stata ripescata, trovando il benestare della federazione. Domanda non ritenuta sufficientemente valida invece per la squadra calabrese del Rende dato che non è stata accolta per una fideiussione ritenuta non idonea: respinta inoltre la richiesta di riapertura ai ripescaggi che avrebbe consentito a società come Vibonese, Forlì, Lumezzane e Potenza di partecipare al prossimo campionato professionistico di Serie C, che così sarà composto solo da 56 squadre.

Ricordiamo che solo Rende e Triestina erano stati gli unici due club ad aver presentato domanda di ripescaggio regolare ed entro i termini. Seppur il Rieti abbia consegnato domanda, il mancato versamento di 300mila euro a fondo perduto ha stoppato le speranze. Nessuno si è palesato concretamente con Curci e la domanda è incompleta, come aveva sottolineato il presidente della Lega di C Gravina a poche ore prima dalla riunione dei vertici del calcio italiano, che ha disegnato la nuova terza serie.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie C

I gironi della Serie C: A, B e C

Questo ad oggi il possibile girone A (20): AlbinoLeffe, Feralpisalò, Giana Erminio, Monza, Renate, Modena, Piacenza, Pro Piacenza, Ravenna, Reggiana, Santarcangelo, Bassano Virtus, Mestre, Padova, Vicenza, Pordenone, Triestina, Alessandria, Cuneo, SudTirol.

Questo ad oggi il possibile girone B (19): Arezzo, Carrarese, Gavorrano, Livorno, Lucchese, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Robur Siena, Fano, Fermana, Sambenedettese, Racing Fondi, Viterbese, Arzachena, Olbia, Teramo, Gubbio.

Questo ad oggi il possibile girone C (17): Akragas, Catania, Sicula Leonzio, Siracusa, Trapani, Bisceglie, Fidelis Andria, Lecce, Monopoli, Virtus Francavilla, Catanzaro, Cosenza, Reggina, Casertana, Juve Stabia, Paganese, Matera.

Il Tommasi furioso

È stato un Consiglio Federale con tante polemiche, quello di oggi. Damiano Tommasi, presidente dell'Assocalciatori, al termine dell'incontro in FIGC ha twittato così, senza peli sulla lingua, contro il blocco dei ripescaggi: "Scadenze spostate per non avere sanzioni!

È il nuovo corso? Società che aspettano di partecipare ricevono la porta in faccia" e "Lega Dilettanti e allenatori hanno detto no a ripescare e si a spostare i controlli! FIGC che va al contrario".

La prossima Lega Pro, anzi Serie C, sarà così formata da solo 56 squadre, in attesa di capire come saranno formulati i gironi: bisognerà capire come saranno suddivise le squadre nei tre gironi: uno da 20 e due da 18 oppure due da 19 e uno da 18.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto