Il nuovo acquisto della compagine campana, giunta dopo tantissimi anni nel campionato di Eccellenza, darà un importante apporto alla società e regalerà tante gioie ai tifosi cosi come confermato dallo stesso nelle primissime parole da giocatore della viola.

Un esterno duttile e col vizio del gol

Salvatore Cafaro, nato sotto il segno del Cancro il 29 giugno del 1992 nel casertano, ha nelle sue esperienze calcistiche, anni alla Boys Caivanase, Arzanese, Mondragonese e tante altre. Il suo ruolo prediletto è ricoprire il lato esterno destro offensivo, ma in alcuni casi si adatta a sinistra o addirittura in difesa.

La sua spiccata duttilità lo spinge spesso e volentieri a sorprendere le difese avversarie e i portieri col suo spiccato senso del gol. Un piccolo diavolo scatenato, un vero Crash Bandicot per i più nostalgici, velocità e scaltrezza di una volpe che metterà in subbuglio le squadre avversarie. Il girone del Casoria Calcio sarà ricco di altre squadre allestite molto bene ma ciò nonostante tutte dovranno temere questo grande acquisto ma soprattutto grande talento campano. Nell'ultima stagione ha avuto dei problemi fisici che lo hanno tenuto lontano dai campi per un paio di mesi, ma la sua fame e la sua rivalsa, hanno bruciato le tappe e lo hanno forgiato ancor più forte di prima.

Grande tifoso del Napoli e grande uomo

Spesso e volentieri ci si sofferma sui calciatori come degli uomini poco sensibili e poco intelligenti. Questo tabù è da sfatare soprattutto riferendosi a Cafaro in quanto oltre ad essere un ragazzo sensibile, legato alla famiglia e agli affetti più cari, ha sposato la causa del Casoria cercando di portare in auge la squadra e traghettando società e tifoseria verso mete lontane, promettendo gol e tanto sudore per la maglia.

Un ragazzo educatissimo e rispettoso, tifosissimo del Napoli e del buon calcio in generale. Sarà partecipe ad un progetto legato al femminicidio e a tutte le forme di violenza fisica e psicologica. Tutte queste caratteristiche fanno di lui un ragazzo esemplare, uomo d'altri tempi ma soprattutto un atleta che fa del calcio la sua vita e la sua passione che, conciliandosi insieme, rendono la sua vita come la meraviglia provata dinanzi ad un miscuglio di albe e tramonti spettacolari.

I nuovi compagni di squadra e l'allenatore sono già molto felici di averlo in squadra e sicuri dell'importante contributo che darà per il prossimo campionato di Eccellenza.