Il gioco adesso per l'Inter si fa duro. Un modo di dire azzeccato perché, anche se il calcio vero è ancora lontano, è arrivato il momento di continuare a offrire segnali incoraggianti ad una tifoseria che, al momento, ha ricevuto fiducia soprattutto grazie alle prestazioni della squadra che fanno da contraltare ad un mercato che probabilmente non è stato all'altezza delle aspettative. L'appuntamento è per domani sera (12-08) a Lecce per un'amichevole di lusso.

I convocati

All'orizzonte c'è una nuova sfida contro un club che non ha fatto mancare la propria presenza nella storia delle competizioni europee: il Betis di Siviglia.

Un impegno da non sottovalutare, non tanto per il risultato ma perché c'è voglia di confermare le buone indicazioni emerse nei test disputati fino ad ora. Sarà anche l'occasione per ammirare per la prima volta con la casacca nerazzurra l'ultimo arrivato Dalbert che figura nell'elenco dei convocati. Nel pacchetto difensivo fa compagnia a Ranocchia, Ansaldi, Miranda, D'Ambrosio e Skriniar. Tre, ovviamente, i portieri capitanati da Handanovic che avrà in Padelli e Berni le alternative.

Grande scelta a centrocampo con Gagliardini, Vecino, Joao Mario, Borja Valero, Rivas e Brozovic. In attacco, invece, c'è chi come Jovetic deve guadagnarsi la conferma o altri come Gabigol cercano di cambiare un po' di pregiudizi che, con un po' di colpe sue, si è fatto cucire addosso. Icardi, Eder, Perisic e Candreva completano il reparto offensivo.

Gli esclusi

A fare rumore, in questi casi, sono soprattutto gli esclusi che, per forza di cose, non potranno partecipare alla sfida prevista al Via del Mare di Lecce.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

Si tratta di calciatori che non rientrano ormai nei piani di Luciano Spalletti e sono stati autorizzati a trovare una sistemazione, avendo però cura che gli acquirenti arrivino con la giusta disponibilità economica. Sono nomi di calciatori che non rappresentano ultimi arrivati come Yuto Nagatomo e Murillo. Per quest'ultimo, pare essere davvero fatta per un approdo a Valencia che sembrava essere stato bloccato da Luciano Spalletti in virtù del mancato arrivo di un difensore che, numericamente, rappresentasse l'alternativa a Skriniar e Miranda.

Chi, invece, si è tirato fuori dalla mischia in maniera autonoma è Kondogbia che ha scelto di non presentarsi all'allenamento, certificando in maniera inequivocabile al mondo intero quali siano le sue intenzioni, ossia lasciare l'Inter.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto