Quella vista nella partita di sabato sera contro il Milan, non tanto per prestazione, ma per mentalità, è stata una grandissima Juventus. Nel secondo tempo i bianconeri hanno letteralmente dominato la squadra di Montella, imponendosi tatticamente e mentalmente. Nel primo tempo la rete di Higuain alla prima vera e propria occasione da gol aveva già spezzato le gambe ai rossoneri, che hanno cercato però di reagire senza riuscirci. La squadra di Massimiliano Allegri però, nonostante sia migliorata moltissimo sotto l'aspetto offensivo, ha riscontrato ancora alcuni punti deboli da limare.

Pubblicità
Pubblicità

Uno di questi è la difesa. Nonostante nella partita di sabato non siano arrivate reti subite, sono sempre molte le occasioni che vengono concesse agli avversari, spesso per errori tecnici individuali.

Come potrebbe intervenire la società

Per limare tali problemi, il d.s Paratici ed il d.g. Marotta, sul mercato potrebbero intervenire andando ad acquistare un terzino sulla destra. Lichtsteiner non può bastare, ed inoltre non è nemmeno in lista Champions, forse uno dei più grissi errori commessi.

Allegri, l'ha capito anche Del Piero: ecco perché la Juve gioca ... - ilbianconero.com
Allegri, l'ha capito anche Del Piero: ecco perché la Juve gioca ... - ilbianconero.com

Il suo sostituto sarebbe Mattia De Sciglio, giocatore arrivato in questa sessione di mercato che non è riuscito però a farsi apprezzare dai tifosi, complice anche il piccolo infortunio che l'ha tenuto fuori dai giochi per oltre un mese. Il primo nome che piace molto in casa Juve, è quello di Meunier, giocatore belga del Paris Saint Germain, seguito già anche nel corso dell'estate. La valutazione è di circa 25 milioni di euro, cifra oltre al cui i bianconeri difficilmente si spingeranno.

Pubblicità

Il punto sugli infortuni

Non si può dire inoltre che in difesa la Juventus non sia sfortunata dal punto di vista degli stop. Dopo quello di Mattia De Sciglio già citato, è arrivato quello di Benedikt Howedes prima, e quello di Giorgio Chiellini poi (successivamente recuperato). Il tedesco è tornato in gruppo in settimana, ma per ritornare al meglio della forma e della condizione gli ci vorrà ancora un altro po'. In ultimo poi, lo stop di una quindicina di giorni di Medhi Benatia, che sta favorendo la crescita da titolare di Daniele Rugani.

Il classe '94 da tre partite consecutive gioca titolare, e contro l'Udinese è arrivato anche il gol di testa, poi risultato decisivo al fine della rimonta.

I nuovi acquisti

L'ultimo punto è sui neo arrivati questa estate in bianconero. Il più "utilizzato" è Blaise Matuidi, con più di 750 minuti ed ormai perno fisso di centrocampo insieme a Miralem Pjanic e Sami Khedira. Ci si aspettava più minutaggio invece per i due esterni Douglas Costa e Federico Bernardeschi, ma sappiamo tutti che la sorpresa è sempre dietro l'angolo.

Pubblicità

Le buone presentazioni dei due nelle occasioni date da Allegri ne sono la prova, chissà che a breve per entrambi non possa arrivare una maglia da titolare come nella partita contro la Spal.

Clicca per leggere la news e guarda il video