Le ultime partite hanno messo in evidenza tutte le difficoltà e i limiti del Milan allenato da Vincenzo Montella. Dopo la campagna acquisti faraonica nell'ultima sessione estiva di calciomercato, i risultati dei rossoneri sul campo sono stati deludenti. Sono ben quattro, infatti, le sconfitte di Bonucci e compagni nelle prime otto giornate di Serie A. Per di più, il gioco mostrato dalla squadra meneghina non è - al momento - in linea con le aspettative della dirigenza e della nuova proprietà del club di via Aldo Rossi. Per questo, l'amministratore delegato Marco Fassone e il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli si starebbero guardando attorno alla ricerca del possibile sostituto di Montella.

News Milan 17-10: Montella per ora resta, ma Ancelotti...

Secondo le ultime indiscrezioni che trapelano da 'Casa Milan', l'attuale allenatore dei rossoneri Vincenzo Montella resterà al timone della squadra. Nonostante le tre sconfitte consecutive rimediate in campionato, i dirigenti milanisti non ritengono ancora di dover cambiare. Del resto, in estate si è già cambiato tanto ed è difficile trovare - sin da subito - un amalgama e un sistema di gioco che possa far svoltare l'Aeroplanino e i suoi giocatori. Tuttavia, c'è da dire che Montella non gode di fiducia illimitata. Secondo quanto si apprende da fonti vicine al Milan, infatti, Mirabelli si starebbe guardando attorno alla ricerca del possibile sostituto del tecnico campano.

Il ds rossonero avrebbe sondato anche la pista che porta a Carlo Ancelotti. L'allenatore di Reggiolo, da poco appiedato dai dirigenti del Bayern Monaco, è sul mercato e rappresenterebbe - naturalmente - una delle migliori soluzioni per la panchina rossonera. Detto ciò, c'è da aggiungere che - a quanto pare - Ancelotti non ha alcuna intenzione di tornare a sedere sulla panchina del Milan.

A tal riguardo, c'è chi ipotizza - addirittura - che l'ex tecnico di Chelsea e Real Madrid possa accasarsi alla Juventus nella prossima stagione. Secondo quanto rivelato dal 'Sun', il tecnico di Reggiolo sarebbe pronto a rifiutare la destinazione rossonera e la Nazionale per tornare alla Juve dopo oltre 17 anni. Prima di allenare il Milan, infatti, Ancelotti fu il tecnico dei bianconeri (ai tempi di Moggi) per due stagioni, in cui ottenne due secondi posti in campionato.

Se così dovesse essere, per moltissimi tifosi rossoneri si tratterebbe di un vero e proprio 'tradimento', visto che Ancelotti è unanimemente considerato - dal popolo milanista - come un totem. Al momento, non è dato sapere con certezza quale sarà il destino di uno degli allenatori più vincenti del calcio. Non resta che attendere il futuro per capirlo.

Per restare costantemente aggiornato sul mondo Milan, iscriviti sul nostro canale.