Si è ormai completato il quadro delle seconde classificate dei gironi di qualificazione per Russia 2018. Tra queste squadre c'è anche l'Italia, che, piazzatasi alle spalle della Spagna, si è guadagnata lo status di testa di serie del sorteggio di martedì prossimo, anche grazie alla vittoria del Belgio sulla Bosnia, poi eliminata. Certo, probabilmente solo i più ottimisti al momento dei sorteggi pensavano di poter arrivare primi nel girone davanti le "furie rosse". Ma le scarse prestazioni della nostra Nazionale e alcuni risultati imbarazzanti (la sconfitta senza attenuanti 3-0 al Bernabeu, il pareggio 1-1 con la Macedonia a Torino) avrebbero messo in discussione la posizione del ct Gian Piero Ventura.

In caso di mancata qualificazione alla fase finale del mondiale, infatti, Ventura potrebbe essere sostituito al timone degli azzurri, nonostante il contratto rinnovato fino al 2020.

In fuga dalla Cina

Il nome che sta circolando con insistenza in questi giorni è quello di Fabio Capello. "Don Fabio" è attualmente alla guida dello Jiangsu (di proprietà di Suning) ed a quattro giornate dalla fine ancora non ha raggiunto l'aritmetica salvezza. L'esperienza in oriente, però, non ha soddisfatto pienamente il tecnico di Pieris, che sarebbe pronto a dire addio alla Cina al termine del campionato. Certo, non guadagna poco (10 milioni), ma sarebbe pronto a rinunciare ad un altro anno di contratto pur di tornare in Italia e lo ha già comunicato a Walter Sabatini, che gestisce il club di Nanchino.

Certo per ora è solo un'ipotesi affascinante quella di vedere l'ex Juve e Milan alla guida degli azzurri, ma non escludiamo nulla per ora.

Un (im)possibile ritorno e un difficile arrivo

Nei giorni scorsi, poi, è circolata la voce di un possibile ritorno di Antonio Conte alla guida dell'Italia. Conte sentirebbe anche lui nostalgia dell'Italia, ma appare improbabile possa tornare in Nazionale, almeno per il momento, dopo l'addio di un anno fa.

Conte che, comunque, resta in orbita Milan per il dopo Montella, a cui sarebbe stata data fiducia a tempo dalla coppia Fassone-Mirabelli. Un altro nome per la panchina della Nazionale sarebbe quello di Carlo Ancelotti. Molto difficile vedere "Carletto" in veste di ct, almeno per ora. Inoltre, anche lui è stato accostato alla panchina del Milan per la prossima stagione.

Ipotesi anche questa abbastanza astratta, visto che l'ex Bayern avrebbe annunciato di voler prendere un anno sabbatico. Anche in questi casi attendiamo aggiornamenti.