La quattordicesima giornata di Serie A sarà ricordata per gli esoneri di Vincenzo Montella dal Milan e Cristian Bucchi dal Sassuolo, i due tecnici pagano gli scarsi risultati ottenuti in quest’avvio di stagione. Con i due esoneri di oggi, in serie A sono sei le panchine che hanno cambiato padrone dall’inizio del campionato, ricordiamo i cambi effettuati dal Benevento, dal Cagliari, dal Genoa e dall’Udinese. Potrebbero essere a rischio per le prossime giornate le panchine della Spal, e forse un nuovo ribaltone su quella del Benevento ancora a zero punti (possibile ritorno per Marco Baroni?)

Milan

La società rossonera ha deciso di esonerare Vincenzo Montella, dopo il brutto pareggio 0 a 0 contro il Torino a San Siro.

Il Milan ha affidato il compito di traghettare la stagione all’ex bandiera rossonera Rino Gattuso (attuale tecnico della primavera), con l’obiettivo di arrivare in zona Europa League (un sogno, la Champions League) e arrivare il più avanti possibile in Europa League.

Gennaro Gattuso, classe 1978, ha all’attivo esperienze come allenatore avendo guidato il Sion, il Palermo, l’Ofi Creta e il Pisa (nella scorsa stagione tra mille difficoltà societarie). Il Milan ha scelto un traghettatore per tenersi le mani libere e valutare con calma Gattuso, ma soprattutto per cercare di raggiungere un accordo con Antonio Conte (in uscita dal Chelsea) o con Carlo Ancelotti.

Sassuolo

La società del presidente Squinzi esonera Cristian Bucchi dopo la sconfitta interna ad opera del Verona, Bucchi lascia la squadra nero verde al quint’ultimo posto con soli undici punti raccolti.

Il successore è Giuseppe Iachini, il tecnico marchigiano classe 1964 ha esperienza da vendere, avendo guidato in carriera tantissime squadre, possiamo citare ad esempio: il Napoli, la Sampdoria, il Brescia, il Cesena e l’Udinese (nella scorsa stagione).

Il punto sulla 14° giornata

Il campionato di serie A, nella quattordicesima giornata conferma la vetta della classifica con le vittorie del Napoli, dell'Inter e della Juventus.

Passo falso della Roma che pareggia con il Genoa, grazie ad un’ingenuità di De Rossi, manata a Lapadula che ha provocato rigore ed espulsione (per De Rossi tra le due e le tre giornate di squalifica). Pareggio tra Lazio e Fiorentina, in coda da segnalare la vittoria del Verona, che fa aumentare le speranze di salvezza dei veneti.

Per rimanere sempre aggiornati sulle notizie del momento potete seguire l'autore di questo articolo.